Senza categoria

ITALIA – CAMPANIA – IL CILENTO – IL CRISTO REDENTORE

20150916_140620
La statua del Cristo sulla sommità del monte San Biagio

(cliccate sulla mappa di Google Maps per attivare il navigatore GPS del vostro Smartphone per raggiungere la statua – premere sulla mappa la scritta in azzurro “visualizza la mappa più grande” per attivare la funzione di navigazione).

 

                                                    PREVISIONI METEO

il box meteo qui riportato vi consentirà di programmare la vostra visita nelle migliori condizioni

Se vi trovate nel Cilento, non fatevi sfuggire l’occasione di effettuare una visita alla statua del Redentore.

Il Cristo è veramente imponente. È alto 22 metri con le braccia aperte di ben 19 metri.
Colpisce subito il fatto che contrariamente a quanto sembra, lo sguardo è rivolto verso l’interno è non verso il mare. Un’altra particolarità è il suo volto, diverso da quello a cui siamo normalmente abituati. Si tratta infatti di un Cristo molto giovane ed i capelli corti. E’ una rappresentazione unica nel suo genere.
CRISTO REDENTORE
 

Si trova in prossimità della cittadina di Maratea, sopra un “montagna” alta circa  623  mt, il monte San Biagio.

Il tragitto per raggiungere il sito è veramente unico. La strada costiera è bellissima sia che venite dal nord che dal sud. Non è proprio agevole per le tante curve, ma se vi piace andare tranquilli e godervi uno spettacolo della natura il gioco è fatto. Durante il tragitto prestate attenzione ai tornanti. Il fondo stradale è comunque in ottime condizioni.
 
IL CRISTO REDENTORE VISTO DALLA STRADA PANORAMICA
Si arriva sotto la montagna dove si trova la grande statua. La strada che ci separa dall’immensa “icona” è tortuosa ed ovviamente tutta in salita (ripida), ma anche molto bella da vedersi, in quanto offre subito uno straordinario colpo d’occhio  sia sul mare che sulla costa sottostante, ed anche sulla zona montuosa.
La sommità non si può raggiungere direttamente  con la macchina per cui è necessario lasciarla in un ampio parcheggio (a pagamento) che si trova non distante dalla sommità.

PARCHEGGIO – GOOGLE MAPS

(Cliccate su questo link per raggiungere il parcheggio utilizzando il vostro smartphone come navigatore GPS)
Si può arrivare alla statua sia a piedi che con un pulmino pagando 1 euro. Una volta giunti sulla sommità lo spettacolo e’ magnifico .
PANORAMICA DAL MONTE SAN BIAGIO
Se decidete di andare a piedi, il breve tragitto si percorre utilizzando una strada sterrata per nulla impegnativa, adatta a tutti i piedi e le età.
PERCORSO A PIEDI PER RAGGIUNGERE LA SOMMITA’
Sempre a piedi esiste un altro percorso su strada asfaltata, ma meno suggestivo e soprattutto più lungo. A voi la scelta.
STRADA ASFALTATA SOPRAELEVATA
 Se effettuale la visita in estate, si consiglia di evitare le ore più calde della giornata, in quanto, pur essendo la sommità molto ventilata, il sole picchia veramente in modo “duro”. Quindi cappello ed occhiali vi aiuteranno certamente.
Noi eravamo li proprio verso le ore 14.00 del mese di settembre, e vi assicuro che stare sotto il sole non e’ stata la scelta giusta!
DOVE MANGIARE
Sul piazzale che si trova la statua del Cristo e la Basilica di San Biagio è sono presenti un ristorante ed un bar
LA BASILICA DI SAN BIAGIO
La Basilica di San Biagio che merita di essere visitata sia per  l’affresco della Madonna del Melograno, le reliquie di San Biagio.  
LA BASILICA DI SAN BIAGIO
Da notare anche le stazioni della Via Crucis smaltate (foto) .
UNA STAZIONE “VIA CRUCIS”SMALTATA
Per arrivare dal piazzale del parcheggio alla statua si può passare anche  attraverso i ruderi castello di Maratea da tempo abbandonata ma molto suggestiva, oppure proseguire lungo la strada asfaltata.   

Se siete nel Cilento andateci. Mi raccomando.

 

RUDERI CASTELLO DI MARATEA

Le foto sono proposte come “slide”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Se siete interessati agli altri “appunti di viaggio”, inserite la vostra email nell’apposita finestra  che si trova presente in ogni post, e vi arriveranno le novità del blog.

Ai prossimi appunti di viaggio.



 

Rispondi