CITTA' FANTASMA LAZIO, ITALIA, REGIONE DEL CENTRO ITALIA, REGIONE LAZIO, Senza categoria, TREKKING, TREKKING CENTRO ITALIA, TREKKING ITALIA

ITALIA – LAZIO – MONTERANO ANTICA: LA CITTA’ FANTASMA – A.D.V.

L’ANTICO ACQUEDOTTO
(Cliccate sulla mappa interattiva per raggiungere la città antica di Monterano utilizzando le funzioni gps del vostro smartphone)
La città fantasma di Monterano si trova nella regione LAZIO, nella zona dei monti Sibilllini e quelli della Tolfa, inserita nella RISERVA NATURALE di CANALE MONTERANO, cittadina che si trova poco distante. È stata costruita sopra un’altura e come si vede dalla foto satellitare. Si trova a circa 100 metri sul livello del mare.
DISTANZE DI MONTEMERANO DA ALTRE CITTA’
ROMA – MONTERANO – KM. 60 – TEMPO 1,20 ORE /// VITERBO – MONTERANO – KM 46 – TEMPO 1 ORE //// PERUGIA – MONTERANO – KM. 174 – 2,20 ORE ///// GROSSETO – MONTERANO – 144 – 2 ORE ////// FIRENZE – MONTERANO – KM. 268 – 2,15 ORE ///// PESCARA – MONTERANO – KM. 255 – 2,44 ORE ///// BOLOGNA – MONTERANO – KM 370 – 4,10 ORE //// GENOVA – MONTERANO – KM 451 – 5 ORE – MILANO – MONTERANO – KM 568 – 6 ORE
STATO DI CONSERVAZIONE
I ruderi di Monterano dimostrano senza ombra di dubbio il passaggio del tempo. La città versa in stato di abbandono dal almeno due secoli secoli. Bisogna però dire che la vegetazione, presente in abbondanza, non ha di fatto “aggredito” i resti delle costruzioni. Questo è dovuto anche al fatto la città è stata ed è tuttora utilizzata come “set cinematografico”, per cui oltre ad essere costantemente visitata dai turisti, è anche un vero “palcoscenico” all’aperto, e questo ne garantisce la conservazione così come è.
Nonostante il tempo abbia fatto il suo lavoro sugli edifici della città, si possono individuare una serie di costruzioni ancora visibili e visitabili, ovviamente con le dovute precauzioni. I siti più interessanti sono il PALAZZO BARONALE, la CHIESA DI SAN BONAVENTURA ed il CONVENTO, nonché la FONTANA A PIANTA OTTAGONALE, ed altri ruderi.

PARCHEGGIO

Trovare parcheggio non è un problema per tutti i veicoli, camper compresi. Ovviamente dovete sempre prendere in considerazione che Monterano è un posto molto visitato, per cui soprattutto nel periodo estivo o in occasione dei ponti e delle festività, il sabato e la domenica in particolare, potreste avere qualche problema nel trovare parcheggio nell’area indicata nella foto qui sotto e che potete raggiungere comodamente cliccando sul link indicato.
(Cliccate su questo link per raggiungere il parcheggio tramite il sistema gps di del vostro smartphone)

TEMPO NECESSARIO PER VISITA

Per visitare il ruderi non servono più di due ore, se andate di fretta. Consiglio però di calcolare almeno mezza giornata, per godevi il posto ed osservare tutto con la dovuta calma. Luoghi come questi non sono frequenti, per cui non andare di corsa vi consentirà di osservare particolari insoliti.
ORARI INGRESSO – USCITA – BIGLIETTO D’INGRESSO
Monterano è un luogo pubblico per cui per la visita non ci sono orari d’ingresso o di uscita e non si paga alcun biglietto per effettuare il giro.
 
VISITA GUIDATE
Alcune Associazioni culturali effettuano anche le visite guidate alla città fantasma. La guida è certamente utile per comprendere la storia della città. In genere è effettuata con il pranzo al sacco. Qualora vogliate effettuare la gita con questa modalità, consiglio di verificare la disponibilità ed i calendari effettuando una ricerca su internet con la seguente modalità “MONTERANO VISITA GUIDATA”.
PERIODO MIGLIORE PER LA VISITA
Per visitare la città il periodo migliore è certamente quello che va dai mesi di Aprile / Giugno e Settembre /Ottobre. Il motivo è semplice. Durante l’inverno fa molto freddo e le giornate sono brevi, per cui siete obbligati a vestirvi pesanti e ad effettuare il giro massimo entro il pomeriggio presto, per non trovarvi immersi nel buio. Durante i mesi estivi invece di Luglio /Agosto il sole nella campagna laziale può essere veramente insopportabile, per cui la passeggiata potrebbe trasformarsi in un bagno di sudore. In primavera, anche inoltrata invece la natura è al massimo del suo splendore, e la città è avvolta da una bella cornice che la valorizza. Nei mesi di Settembre e ottobre invece il sole non è più forte come in estate e c’è comunque molta luce e la temperatura è gradevole.
STRADE – CONDIZIONI
Le strade che portano fino all’area dove di trovano i ruderi sono tutte in buone condizioni, essendo asfaltate. Una volta arrivati nella zona dei ruderi troverete le strade in terra battuta. Nulla di impegnativo.

ILLUMINAZIONE ESTERNA
La città è priva di illuminazione esterna, per cui se volete visitarla, dovete ricordarvi di non farvi cogliere dalla notte mentre effettuate la vostra escursione. Se pensate comunque di andare al tramonto, portare con voi una luce tascabile, per evitare di dovervi muovere nel buio.

ABBIGLIAMENTO CONSIGLIATO
Per visitare Monterano consiglio un abbigliamento comodo e sportivo. Le strade che si percorrono sono tutte in terra battuta, con qualche sentiero in salita. Se effettuate il vostro giro nel periodo primaverile o estivo, l’abbigliamento deve essere leggero. Nelle belle giornate il sole picchia, e se manca il vento, potrebbe fare anche molto caldo. Pantaloncini corti per gli uomini e gonne per le signore sono consentiti, visto che per girare non bisogna affrontare nessuna situazione dove ci si potrebbe graffiare le gambe.
LE SCARPE
Per effettuare la vostra escursione consiglio l’utilizzo da scarpe da trekking, in quanto per raggiungere alcuni punti potreste dovervi “arrampicare” su alcuni sentieri e ruderi. In realtà non sono obbligatorie per cui anche un buon paio di scarpe da ginnastica possono andare bene. Se poi fa molto caldo e non sopportate la scarpe giuste, allora anche dei sandali aperti con i lacci di uso comune possono andare bene. Per le signore consiglio ogni tipo di tacco. La vostra passeggiata potrebbe diventare un percorso ad ostacoli con problemi per le caviglie.
TEMPERATURA ESTERNA
E’ chiaramente condizionata dalla stagione in cui si effettua la visita, per cui i consigli che vi posso dare sono ovviamente legati al buon senso. In ogni caso al PRIMAVERA è il periodo migliore, in quanto nella campagna laziale in inverno fa freddo e in estate può fare veramente un caldo terribile, salvo che nelle giornate ventose.
INSETTI MOLESTI
I ruderi si trovano nella campagna Laziale, in una zona molto verde con alberi. Problemi particolari con gli insetti non ce ne sono, ma consiglio comunque, per i più sensibili, di portare con se un prodotto per proteggersi dalle punture della “Zanzara Tigre”, presente oramai ovunque.
DISABILI E PER PERSONE ANZIANE
La visita per i disabili è di fatto possibile, considerato che i percorsi da seguire non sono obbligatori per cui ciascuno li può adattare alle proprie necessità. Inoltre no ci sono pericoli a affrontare, per cui con un bravo accompagnatore si gira tranquillamente. Ovviamente la visita all’interno dei ruderi può presentare qualche difficoltà, ma nulla di insormontabile. Per le PERSONE ANZIANE il discorso è lo stesso. l’unico limite alla visita può essere rappresentato da personali difficoltà di deambulazione dal forte sole nelle ore più calde. NON sono presenti alcuni ausili per l’assistenza ai disabili per cui bisogna fare da soli
BAMBINI
La visita è certamente adatta per i bambini per due motivi. Il primo è quello legato al fatto che si tratta di un luogo che non si trova tutti i giorni, per cui si sentiranno certamente come dei piccoli “Indiana Jones” alla scoperta di tesori antichi. Il secondo è perché le strade, anche se sterrate, sono percorribili in sicurezza. Molto importante è invece non lasciarli da soli mentre si visitano i ruderi. Ci sono punti dove una caduta potrebbe essere monto pericola, ma sotto il controllo di un adulto il pericolo è alle spalle.

I CANI

Questo è un posto molto adatto per gli amici a quattro zampe. Hanno tanto spazio e verde per divertirsi. Ovviamente i ruderi hanno un grande valore storico, per cui è necessario ricordarsi di raccogliere i loro bisogni,per evitare che l’Antica Monterano diventi una “discarica” a cielo aperto.
RISTORANTI – BAR – PUNTI DI RISTORO
La città è “fantasma” anche per quanto riguarda il ristoranti i bar e i punti di ristoro. Infatti non sono presenti. Per questa ragione, se decide di fare la visita e di trattenervi per l’ora di pranzo (di sera è meglio non restare), allora dovete organizzarvi con il pranzo al sacco. Portatevi anche l’acqua in bottiglia.
MANGIARE A CANALE MONTERANO
Se non vi siete attrezzati con il “pranzo al sacco” e desiderate mangiare comodamente seduti, basta prendere il vostro mezzo e recarvi nella vicina CANALE MONTERANO, dove tra trattorie bar e ristoranti troverete ciò che fa al caso vostro.

 

SERVIZI IGIENICI
Monterano è una città abbandonata, per cui trovare i servizi igienici funzionanti non è possibile. Per questo motivo consigli di provvedere prima di iniziare la visita, in quanto una volta arrivati ai ruderi, avrete solo due possibilità: trattenervi, oppure fare affidamento sulle tante piante e boscaglia che la circonda.
DOVE DORMIRE
Se desiderate dormire prima o dopo la visita, potere trovare un alloggio presso la vicina cittadina di CANALE MONTERANO. Il comune è piccolo, ma si possono trovare comode sistemazioni per la notte. Ci sono sia B&B che altre sistemazioni. Per i dettagli consiglio di visitare il sito del Comune alla voce “OSPITALITÀ. Questo è il link: http://www.comune.canalemonterano.rm.it/ospitalita.htm. Copiatelo ed incollatelo sulla barra di ricerca del vostro Browser
LA FONTANA DEL LEONE
LA FONTANA DEL BERNINI
Il più importante edificio della città è certamente il “Palazzo Baronale”. La struttura è danneggiata dal passare di secoli, ma buona parte della facciata principale è rimasta in piedi. Attenzione merita la Fontana alla base della stessa facciata principale. Osservandola si nota un grande leone in marmo che con la zampa che “graffia” la roccia per far uscire l’acqua della parete. La roccia poi era la base sulla quale il palazzo era stato edificato. La fontana si sviluppa poi sotto questa scultura, anche se l’acqua oramai non scorre più da tempo. La scultura è accreditata al grande LORENZO BERNINI.
MOUNTAIN BIKE
Se siete amanti della bicicletta, la vista si può fare tranquillamente. Trattandosi di sentieri sterrati, consiglio l’uso della mountain bike, anche se si tratta di percorsi poco impegnativi, per cui anche una bicicletta normale va bene. Ovviamente in alcuni punti, tranne che per coloro bel allenati, sarà necessario scendere dalla sella ed spingere la bicicletta. Per vistare l’interno dei ruderi, ovviamente bisogna lasciare le due ruote.
Ai prossimi appunti di viaggio e buon divertimento.
Per visionare gli altri appunti di viaggio cliccare sui link qui seguito, oppure sulle categorie  che interessano indicate in alto, subito sotto la fotografia principale.

ITALIA – LAZIO – PAGINA GENERALE

ITALIA – PAGINA GENERALE

Rispondi