Senza categoria

ITALIA – LAZIO – ROMA – VILLA MEDICI – A.D.V.

 

Roma ancora una volta offre a chi la visita le sue bellezze. In questo caso non si tratta di qualcosa di nascosto, ma di un monumento ben visibile ed ubicato in uno dei posti più belli della città: Trinità dei Monti.
Stima parlando di Villa Medici, luogo storico dell’Accademia di Francia, e da 350 anni di proprietà dello Stato transalpino.

 

 

Come su vede bene dalle immagini, la facciata principale della Villa rende bene la sua “imponenza”. Effettivamente è  una costruzione molto grande che, complice anche il suo colore bianco, la rende ben visibile.

 

 

Antichi anelli per legale i cavalli

 

 

 

Porta d’ingresso principale

 

 

 

 

 

Gradinata di accesso all’interno della Villa

 

 

La foto qui sopra è relativa ad un particolare di una scala a chiocciola che da piano terra porta al piano superiore dove ci sono le sale più importanti della Villa.

 

 

 

 

 

 
I RITRATTI.

 

La Villa al suo interno non ha praticamente nessun arredamento. A parte la stanza degli arazzi (di cui scriverò dopo), l’unica stanza con dei quadri è quella dei “ritratti’.
Qui sono raffigurati tutti gli artisti che hanno dato lustro all’accademia fino al 1900, anno in cui i quadri hanno ceduto il posto alle fotografie  (che però non ci hanno mostrato).

 

 

 

 

 

 

LA STANZA DEGLI ARAZZI
Altro spazio da visitare e quello degli arazzi . Si tratta di manufatti del 1600 circa di pregevole fattura e di grandi dimensioni. La particolarità è quella di rappresentare luogo persone ed animali non contestualizzare,  ovvero che non riproducono con esattezza la realtà, mescolando tra loro elementi di fantasia.

 

 

 

 

 

 

 

Particolare degli alti soffitti

 

Pavimenti in cotto (particolare)

 

 

 

 

L’ACCESSO AI GIARDINI

 

L’accesso ai giardini dalla Villa é assicurato dala scala di cui alla foto precedente. Il pavimento è uno dei pochissimi elementi (per non dire l’unico) policromo della costruzione. Si può scendere sia a destra che a sinistra. Sulla balaustra è presente una statua in bronzo del Dio Mercurio.

La statua in bronzo del Dio Mercurio
 

Presidiano le due rampe di scale due grandi leoni di marmo, che oltre ad essere belli a vedersi, sembrano voler fare la guardia alla porta di accesso che dal giardino porta all’interno della Villa.

LA FORESTERIA
La Villa,  oltre ad ospitare gli artisti, consente, a chi ne faccia richiesta di poter dormire nella foresteria  che vedete in foto. I prezzi, ci dice la guida, vanno da 180 a 240 euro a notte.

 

 

Le statue che circondano la foresteria

 

__________________________________________________________
I GIARDINI
I giardini della Villa con l’obelisco







L’obelisco

 

Facciata interna della Villa che affaccia sui giardini
 

 

 

 

 

Particolare di una delle due torri della Villa
______________________________________________________________________________

 

I FREGI DI MARMO

 

La facciata interna della Villa che affaccia sul giardino interno, e caratterizzata dalla presenza di numerosi fregi di marmo che, ci dicono, provengono direttamente dal foro di Traino di Roma.

Le foto che vedete in seguito sono prese da una distanza cosiderevole, ma rendono bene la cura dell’esecuzione.

 

 

 

ERCOLE CONTRO IL LEONE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Particolare dell’arco della portale della Villa

 

 

La fontana al centro del patio
__________________________________________________________
ILPANORAMA DI ROMA

La vista su Roma da una delle terrazze al primo piano.

 

Sotto di noi Via di Trinità dei Monti dove si trova l’ingresso principale della Villa.
La vista dalle terrazze della Villa è veramente unica.
Solo la terrazza del Gianicolo può competere con questo “colpo d’occhio”.

 

ALTARE DELLA PATRIA

 

 

 

 

LA FONTANA ALL’USCITA DALLA VILLA
______________________________________________________
COSA FARE DOPO?
 
se la visita non vi ha stancato (non credo perché si tratta di una passeggiata di tutto relax), potete immergervi nel cuore di Roma. Infatti a pochi passi troverete la SCALINATA DI TRINITÀ DEI MONTI, uno tra i monumenti più importanti di Roma. Una volta scesi ecco Piazza di Spagna con al centro la FONTANA DELLA BARCACCIA.
LA BARCACCIA
Da qui in poi avete solo l’imbarazzo della scelta tra Via del Corso, Via del Babbuino e Via di Ripetta, con tutte le traverse famose nel mondo…… ma questo è un altro viaggio. A presto!
ALCUNI SCORCI DI ROMA UNA VOLTA LASCIATA LA VILLA

 

 

 

 

 

 

 

 

Ai prossimi appunti di viaggio.

 


(Cliccate su questo link per accedere alla pagina generale dedicata alla città di Roma)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi