Senza categoria

ITALIA – LAZIO – ROMA – VILLA PAMPHILI – A.D.V.

 
VILLA PAMPHILI / LATO VIA VITELLIA – GIANICOLO
Roma, come sempre offre qualcosa da vedere e da scoprire.
VILLA ALGARDI

 

GIARDINI ALL’ITALIANA
VISTA AEREA -VILLA ALGARDI E I GIARDINI ALL’ITALIANA
Il verde pubblico non manca, ed in Europa è una delle città con il più alto numero di mq per cittadino.
Il bello di questo “polmone verde” è dato dalla presenza di grandissimi spazi dove poter camminare, correre, andare in bicicletta ed altro
La sua grandezza (circa 184 ettari) è però “rovinata” (se così si può dire) dal fatto che la superficie è tagliata in due dalla Via Leone XIII, meglio  conosciuta come “Olimplica”, che la attraversa da una parte all’altra, costruita in occasione della Olimpiadi del 1960.
Fino a qualche tempo fa,  per potersi spostare da una metà all’altra, bisognava attraversare questa strada ad alto scorrimento, operazione spesso pericolosa se non effettuata nei punti giusti, e che lasciato non poche vittime sull’asfalto.
Alcuni anni fa, anche su richiesta dei residenti nella zona del quartiere Monte Verde, ed in genere di tutti coloro che fruivano della Villa, fu costruito un moderno ponte in ferro e vetro che ha ovviato al problema. Grazie per questa struttura, adesso si può agevolmente passare da una parte all’altra della villa, sia a piedi che bicicletta.
INGRESSI
Per accedere al parco, vi sono numerosi ingressi, distanti tra loro.
Si seguito vi elenco i  principali:
Per facilitarvi l’individuazione di questi accessi vi indico anche le coordinate GPS per i vostri navigatori e smartphone.
1)      Piazzetta del Bel Respiro, che incrocia via Leone XIII – Via Vitellia n. 102;
GPS: 41°52’47.28″N /  12°26’30.17″E
 

 

2)      via di Donna Olimpia all’incrocio con via Vitellia;
GPS: 41°52’49.22″N /  12°26’59.98″E
 

 

3)      via di San Pancrazio, in prossimità di via delle Fornaci;
GPS: 41°53’15.09″N /  12°27’31.61″E
 

 

4)      via Aurelia antica;
GPS: 41°53’20.68″N / 12°26’42.21″E
 

 

5)      via Leone XIII in prossimità del ponte che incrocia via Aurelia antica;
(GPS: 41°53’16.42″N / 12°26’26.93″E)
 

 

6)      Piazza di San Pancrazio
GPS: 41°53’6.41″N /  12°27’21.33″E
 

 

 

 
GIORNI ED ORARI

L’accesso alla villa non è libero sempre, ma regolamentato da orari, in quando l’intera superficie del parco è recitata con delle alte inferriate (rinnovate alcuni anni fa)  e da cancelli su tutti gli ingressi. Tali orari si possono dividere in invernali e estivi: da ottobre – febbraio: 7:00 – 18:00 marzo e settembre: 7:00 – 20:00 aprile – agosto: 7:00 – 21:00.

In realtà l’ingresso di piazzetta di Bel Respiro rimane aperto fino a tardi, in quanto consente l’ accesso al bistrot, aperto anche a cena, e molto frequentato nel periodo estivo.
IL PARCHEGGIO

Se arrivate con la macchina, si può parcheggiare abbastanza facilmente sulle strade che la circondano, ovviamente se NON si tratta della Domenica, giorno in cui la villa e’ presa d’assalto da tantissime persone, per cui lasciare la macchina risulta difficile. Se insistete nell’usare le quattro ruote, armatevi di pazienza nel cercare un posto, almeno che non arriviate molto presto la mattina, allora la cosa è differente.

Comunque si può raggiungere la villa anche con i mezzi pubblici, ma non con la metro che è lontana.
 
IL BAR – INGRESSO PIAZZETTA DEL BEL RESPIRO

Qualora vi vogliate prendere un caffè, un aperitivo, o pranzare, l’unico punto di ristoro presente in tutto il parco, (se non si considera la recente apertura anche del caffè ristorante della aranciera) è un bistrò ricavato da una precedente struttura di ristoro, molto semplice, che in passato fungeva solo da bar

Ben organizzato, ed abbastanza fornito, vi consente come anticipato, di poter trovare tutto quello che normalmente trovereste in un altro bar, non solo, ma anche di poter mangiare sia al tavolo che con la colazione tipo picnic.
I servizi igienici presenti sono generalmente ben tenuti e puliti.
Da qualche tempo, presso questa struttura vengono, è possibile mangiare anche di sera.
GIOCHI PER BAMBINI

Sono presenti anche dei giochi attrezzati anche i bambini in prossimità del punto del bar / bistrot. Preciso che si tratta dell’unica area giochi presente in questa parte della Villa, in quanto altri giochi sono ubicati nell’altra zona lato Via della Nocetta

UNO DEI VIALI

I VIALI

Come ogni parco che si rispetti,  Villa Pamphili e’ “attraversata” da numerosi  viali e sentieri. Si tratta di una vera e propria rete che vi consente di potervi spostare da una parte all’altra. Sono prevalentemente viali alberati, per cui potete muovervi godendo dell’ombra degli alberi, beneficio da non sottovalutare, soprattutto nelle giornate calde e assolate. Le foto che seguono rendono bene l’idea.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

GLI ALBERI

La villa è veramente molto verde. Sono presenti numerose varietà di piante.

Si tratta per la maggior parte di essenze tipiche del nostro paese, ma guardando con attenzione, o comunque camminando per i viali e per i numerosi prati, noterete la presenza di esemplari di grandi dimensioni ed appartenenti a specie non autoctone, evidentemente messe a dimora dai precedenti proprietari, ovvero la famiglia Pamphili.
Alcuni anni fa, il Comune decise installare numerosi cartelli esplicativi davanti a molti alberi, con lo scopo evidente di far conoscere ai cittadini ed ai visitatori quali alberi stessero osservando. Putroppo nel tempo questi cartelli si sono deteriorati, e salvo qualche rara eccezione, vi troverete davanti a dei “pezzi di ferro arrugginiti”, con scritte illeggibili.


LA PINETA

La pineta è un posto “famoso” della villa. Si tratta di un’area molto grande che si trova in prossimità dei noti “campi polo” e di villa Algardi. Che non si tratti di piante nate spontaneamente è evidente dalla loro sistemazione in fila, con i fusti equidistanti tra loro.  Si tratta di piante vecchie, alcune delle quali morte nel corso degli anni, e  che non sono state sempre rimpiazzate. Il risultato  è la presenza di “buchi” nella copertura naturale fatte dalle chiome di queste piante. Il posto è molto apprezzato soprattutto nelle giornate pìù calde, ci si può riparare dai raggi del sole praticamente sempre. È facile incontrare gruppi di persone che organizzano picnic e feste per bambini. Le poche panchine presenti, sono occupate spesso da persone che si dedicano alla lettura.

Oltre alle dimensioni, la differenza principale si riscontra nel fatto che, trovandosi in un punto altro della villa stessa, oltre all’ombra creata dalle chiome degli alberi, soffia quasi sempre il vento, per cui è un ottimo punto per rilassarsi, sempreché però non vi imbattiate nelle continue feste di compleanno dedicate ai bambini. Allora vi consiglio, sempre che non amiate la confusione, di cercare un altro luogo dove leggere o riposare. Le panchine a limitare della pineta vi consentono inoltre di prendere il sole (sono comunque poche e malandate).
In realtà camminando per il parco noterete altre “piccole pinete”, che però riscontrano certamente minor successo di “pubblico”, rispetto a quelle che vi ho già descritto.
CICAS CENTENARIE

Se vi piacciono questo tipo di piante, nell’ampio spazio antistante Villa Algardi, di possono trovare due grandi esemplari di questa specie Sono in ottimo stato e nel periodo primaverile si possono vedere anche le tipiche infiorescenza gialle.

 

 

 

LE PALME

Nella villa sono presenti anche numerose palme di specie differenti. Molte delle più vecchie sono però state decimate dal “punteruolo rosso”. Il comune di Roma  ha provveduto ad interventi di bonifica e di sostituzione, ma solo di una parte di esse. Alcuni esemplari veramente particolari, sono quelle palme sottili ed altissime. Quando soffia il vento, anche leggero, cominciano ad ondeggiare in modo evidente, e sembra quasi impossibile che non si spezzino. Basti però pensare che si tratta di  piante centenarie che hanno sfidato il tempo e le intemperie con evidente successo. Le più alte sono in prossimità della cappella dei Pamphili, nell’area verde si Villa Algardi, ed altre invece accanto alla serre abbandonate, in prossimità dell’ingresso di Via Aurelia Antica.

 


 

 

 

 

 

GINKO BILOBA

Un albero raro sia a Roma che nello stesso parco è un GINKO BILOBAche si trova nell’area verde vicina al Villa Algardi. Credo che si tratti dell’unico esemplare presente, ma non ne sono sicuro. È molto alto con un bel fusto sviluppato. In autunno è ben  visibile per il colore giallo intenso delle sue foglie che al sole “risplendono”. La posizione defilata potrebbe far pensare ad una pianta nata spontaneamente, si trova “incastrata” tra altri alberi più comuni.

 

GINKO BILOBA IN AUTUNNO
ARAUCARIA

Per chi non né ha mai vista una, o per chi ama le piante particolari, consiglio di dare uno sguardo ad un esemplare maestoso di araucaria. Si tratta di un vero è proprio “dinosauro” verde. Osservandola noterete che ha tronco molto grande e dei rami particolari, di gran lunga diversi dagli altri alberi (sono lunghi e sottili ed hanno quasi lo stesso diametro dal tronco all’estremità. Questa pianta si trova alle spalle della Chiesa privata dei Pamphili

 

 

ARAUCARIA

 

                                        41°53’6.80″N  – 12°27’2.85″E
Altri esemplari sono presenti in altre parti della villa. Una è in prossimità dell’ingresso di Via Aurelia Antica.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
QUERCIA GIGANTE

Tra i grandi alberi presenti nella Villa, merita attenzione una grande quercia che si trova in prossimità del cancello d’ingresso che porta a  Villa Algardi  La pianta è in una posizione defilata in prossimità del muro di recinzione. I rami, molto lunghi tendono ad andare verso il basso, per cui, se non prestate attenzione, potreste non notare subito il tronco ben sviluppato.

CEDRI DEL LIBANO

Sempre per gli amanti degli alberi, nella villa trovere alcuni esemplari di “cedro del Libano” di grandi dimensioni. Per i meno esperti  sarà facile riconoscerli, sia per la forma piramidale con i rami  “a palchi”, sia per il tipo verde scuro, che tende quasi al blu. Sotto la loro chioma potrete fare un picnic, o ripararsi dal sole.

  41°53’18.98″N 12°26’38.82″E

 

 

 

                                                        MAGNOLIE

 

 

 

 

GLI ARANCI

Sotto i muri del giardino all’italiana di Villa Algardi fanno bella mostra di se mumerose piante di arancio. Nonostante le “medie” dimensioni si tratta di piante che hanno molti anni. I frutti sono numerisi ed abbelliscono molto queste piante.  Si trovano anche delle panchine dove riposarsi, leggere o prendere il sole.


I FICHI
Tra le piante e’ presente anche un gruppo di piante di fico. In genere queste piante possono raggiungere notevoli dimensioni.
Quelle che vedete nella foto sono di piccole dimensioni. Hanno molti anni e sono molto amate dai bambini, che si divertono a giocare tra i loro rami.
Si trovano in una posizione isolata (nel senso che intorno non ci sono altri alberi di rilievo). Se non conoscete il parco trovarle non e’ semplicissimo, ma con le coordinate GPS che vi indico, ed uno smartphone sara’ semplicissimo. Passeggiando, se vi piacciono, passateci e date uno sguardo.

 

 



                                               41°53’5.25″N  – 12°26’36.55″E

LA SEQUOIA
Tra le piante che meritano veremente di essere osservate, vi suggerisco una bell’esemplare di sequoia. Si trova in prossimità della fontana del Cupido, di fronte a Villa Algardi.E’ spesso in compagnia di di noi esseri umani, che amiamo sederci vicino al suoi tronco per un riposino o per un bel pic nic.

 

                                             41°53’11.70″N   12°27’3.37″E

 

I LECCI
Pianta comune nella villa e’ la Quercia Ilex o Leccio.  Sono di grandi dimensioni e vecchie, ma putroppo molti esemplari sono serimente danneggiati da un parassita che ne ha divorato i tronchi. Nel tentativo di salvarle, sono state effettuate poteture che li hanno “massacrati”.

I CARRUBBI ED IPPOCASTANI

Cammimando in uno dei viali della Villa, vi imbatterete in una fila di alberi di carrubbi. Piante molto utili per i loro semi molto utilizzati nell’industria alimentare, lasciano  le loro tipiche bacche marrone scuro con dentro i semi.
Accanto a questi, ci sono numerosi esemplari di ippocastano.

IL LAGHETTO
 
Tra i luoghi da visitare nella Villa certamente non bisogna dimenticare il “Laghetto di Villa Phampili. Si trova per l’esattezza nella parte della Villa che da verso il Gianicolo.
Per precisione, in realtà i laghetti sono due, ubicati nelle due parti di cui è composta la villa, ma quello più noto è grande e quello relativo alla parte del parco vicino al Gianicolo.
Non trovarlo è praticamente impossibile, ma se avete delle difficoltà, come sempre basta chiedere in giro e vi sapranno facilmente indicare dove si trova. Comunque, vi indico le coordinate GPS (41°52’58.37″N / 12°26’42.65″E), in modo tale che con il vostro smartphone o navigatore sarà più semplice individuarlo.
Il laghetto, come facilmente si può immaginare, come s’intuisce osservandolo, è artificiale.

 

 

UCCELLI DEL LAGHETTO
La fauna presente, è composta da molteplici specie di uccelli acquatici, tra cui spiccano in tutta la loro bellezza, dei magnifici cigni bianchi che da tempo risiedono presso questo specchio d’acqua. Nel periodo della riproduzione è facile notare il loro nido, dove covano le uova. Sono abbastanza socievoli e si fanno avvicinare senza problemi. Comunque prestate attenzione in quanto nonostante i cigni abbiano un aspetto poco aggressivo si tratta di animali con forte carattere, e che all’occorrenza possono diventare anche molto aggressivi.

 

 

 

 

 

 

 

Insieme a questi, troverete germani reali, gallinelle d’acqua, oche, anatre, gabbianidi varie specie, e gli onnipresenti piccioni e colombi.









TARTARUGHE ACQUATICHE

 

Tra gli animali presenti, potrete notare immediatamente le tartarughe acquatiche americane, arrivate nel lago, perché abbandonate in passato da chi le aveva negli acquari a casa. Si sono adattate molto facilmente all’ambiente circostante, e praticamente lo hanno invaso. Comunque, non le troverete per strada, in quanto normalmente non lasciano mai l’acqua, e si limitano a prendere il sole sulle spiaggette, oppure sui bordi del lago o sui tronchi e sassi affioranti
Il lago, un tempo poteva essere raggiunto direttamente dalle sponde, ma alcuni anni fa, a causa dei danni provocati dal calpestio delle persone, che si avvicinavano all’acqua, fu recintato con transenne metalliche, per cui adesso non devono essere scavalcate, anche per rispettare gli animali presenti all’ambiente circostante.

 

È frequente vedere, adulti e bambini portare da mangiare alle papere, alle orche ai germani reali e aitanti uccelli acquatici presenti, nonché ai pesci che approfittano dell’inaspettato banchetto.

ALIMENTAZIONE DELLAGO

il lago, è alimentato da un lungo canale, fatto a sbalzi, che si ricollega nella parte finale, ad una fontana. Le foto seguenti dichiareranno meglio di che cosa stiamo scrivendo

CANALE DI ALIMENTAZIONE

 


Vale la pena di avvicinarsi anche a questi specchi d’acqua, perché al loro interno, oramai da tempo, nuotano delle carpe di dimensioni ragguardevoli e di colori differenti
Se le osservate bene, noterete che passano la maggior parte del loro tempo ad “arare” il fondo con la bocca per filtrare il cibo dal fango del fondale

 

LE FONTANE
Nella Villa sono presenti numerose fontane. Nella parte con ingresso su Piazzetta del Bel Respiro (per intenderci il lato della villa che porta al GIANICOLO)., si possono incontrare quelle che vedete nelle foto di seguito
FONTANA
DEL LAGHETTO 

 

Quella più bella, soprattutto per la posizione in cui si trova, è quella che si trova all’inizio dell’ambio canale che porta l’acqua al laghetto. Come si può vedere dalle foto sono presenti anche delle panchine in marmo, appoggiate i muri in mattoni. La fontana però non è in buono stato, ed avvrebbe bisogno, insieme ad altre, di interventi di manutenzione e pulizia.

 

 

 

FONTANA DEL VIALE ACCANTO ALL’ARANCERA

Un’altra fontana è quella che si trova accanto alla “Aranciera”. Nulla di particolare, se non fosse per il fatto che periodicamente l’acqua viene chiusa per lunghi periori e poi riaperta.

 

ARANCERA

 

 

FONTANA ACQUA POTABILE / VIA AURELIA ANTICA
Si tratta di una piccola fontana che si trova nello spazio antistante l’ingresso di Via Aurelia Antica di fronte alla casa del custode. La sua particolarità è di erogare acqua potebile molto fresca, per cui è un punti di ritrova per molti “runner” che qui si dissetano. Anche in questo caso non sempre e’ in funzione, per cui nel caso vogliate bere potrete trovare sul vostro cammino delle fontanelle classiche con l’acqua molto fresca.
FONTANA DI VILLA ALGARDI
Altre fontane presenti sono quelle che insistono nello spazio verde antistante Villa Algardi. Una è in un punto centrale dell’area, mentre le altri due,  più defilate si trovano sia sotto il muro del giardino della Villa che lateralmente. Anche in questo casola manutenzione lascia desiderare. Intorno al suo perimetro troverete delle panchine (malandate) dove sedervi per leggere e prendere il sole.

 

 

LA CAPPELLA

In prossimita’ di Villa Algardi e’ presente una piccola chiesa, la cappella della famiglia Pamphili. Molto curata e ben tenuta, viene utilizzata spesso per la celebrazioni di funzioni aperte al pubblico, sopratutto nella in primavera ed estate.

LE STATUE DI ……..VETRORESINA

 

Passeggiando per la Villa, soprattutto nella zona di Villa Algardi, noterete la presenza di alcune statue di “marmo” e bassorilievi. In realtà non si sono lavorate da blocchi della preziosa pietra, ma in di vetroresina.
Solo occhi esperti possono notare la differenza con quelle vere (alcune però sono di bassa  fattura). Se “bussate” con le nocche sopra di esse avrete la conferma di quanto vi scrivo. In pratica suonano come dei tamburi..
Può sembrarvi strano che in una villa di questo tipo siano presenti della copie della statue invece degli originali. La ragione di una simile scelta è stata determinata dal fatto che in passato quello dei marmo sono stata vandalizzate da “soliti idioti” che, non avendo nulla da fare nella vita se non rompere le scatole agli altri, hanno deciso di decapitarle o di danneggiarle. Per cui, per evitare ulteriori problemi, le Autorità hanno deciso di provvedere in tale senso. Sono resistenti e costano certamente meno, e sono a prova di imbecilli.


PAPPAGALLI
La fauna dei volatili della villa si è arricchita nel corso del tempo con l’arrivo alcuni anni fa di dei pappagalli, che oramai si trovano facilmente  anche in tutta Roma, e non solo nella Villa.
Molto belli, di colore verde, non eccessivamente grandi (più o meno come un piccione adulto) volano in gruppo ed il loro passaggio è generalmente annunciato dal loro tipico verso molto rumoroso.
Sono  di due specie, anche se la differenza subito non si nota. Con una osservazione più attenta si vede che un tipo ha il becco rosso, una lunga coda, ed una linea affusolata. L’altro tipo invece è verde sulla schiena e grigio chiaro sulla pancia, ed è facile vederli a terra mangiare semi, erba ed altro. Il primo tipo invece difficilmente scende al suolo, e si trattiene sugli alberi, ed è molto più schivo e rumoroso.
Di fatto però, pur essendo molto belli, sono diventati un problema in quanto nel tempo stanno conquistando le nicchie ecologiche degli uccelli autoctoni, con cui sono in competizione diretta per il cibo ed i luoghi per nidificare. Vi dico solo che sono capaci di tenere testa in gruppo anche alle cornacchie, uccelli di grosse dimensioni e che in genere non hanno molti sfidanti, poiché molto aggressivi.
Se li volete osservare bene, basta cercarli soprattutto sui grandi pini presenti nella villa, dove nidificano nei tronchi.

 

LE STRADE DEDICATE ALLA RESISTENZA ROMANA – INDICAZIONI COMMEMORATIVE.

 

Camminando per i viali del parco si può notare che riportano nomi e cognomi riferiti a persone (non sempre) come avviene per molte strade della città. Sono dedicate a personaggi che li combatterono (e morirono o furono gravemente feriti), durante la difesa della Repubblica Romana, avvenuta nel 1849. Tra i più noti che li persero la vita, ricordiamo l’autore dell’inno nazionale italiano: GOFFREDO MAMELI (la cui tomba è visibile la cimitero monumentale di Roma del Verano).

 

 

 

 

 

 

ATTIVITA’ ARIA APERTA.
Essendo il più grande parco di Roma, e grazie alla presenza di numerosi viali e sentieri, nonché, come anticipato di ampi spazi verdi, il parco consente di poter svolgere al suo interno tutte le tipiche attività all’aria aperta, sia durante il periodo invernale, che durante quello estivo.
Si va dalla semplice passeggiata al jogging, alla mountain-bike, alla pallavolo, al calcio, al volano, al cricket, a far volare gli aquiloni e così via. È possibile portare con voi i vostri animali a quattro zampe, e ogni tanto si vedono oltre che i classici cani, anche qualcuno che si presenta con il coniglio nano al guinzaglio o con il gatto legato con una corda. Ma si tratta ovviamente di episodi sporadici.
PERCORSO ATTREZZATO PER SPORT
Per gli amanti delle attività all’aria aperta, nella Villa sono presenti di punti attrezzati dove potersi allenare. Preciso che si tratta di poche strutture che mostrano tutti gli anni che hanno, ma la buona volontà di molti atleti e il motto “meglio di niente”, li trasformano spesso in aree dove le persone si allenano tutte insieme. All’ingresso della Piazzetta del Bel Respiro, si trovano invece della macchine da palestra. Anche in questo caso non vi aspettate di trovare nulla di eccezionale, ma vi allenerete all’aria aperta

 

MOUNTAN BIKE
Per delle passeggiate in bicicletta, la villa è veramente il luogo ideale. Gli ampi viali e  sentieri presenti, sono il luoghi preferiti per gli appassionati delle due ruote. Negli ultimi anni ha preso molto piede (o pedale!) l’uso della MTB che di fatto sono le biciclette più utilizzate. Alcune sono di livello “amatoriale” altre “professionali”. Di frequente si possono incontrare coppie e famiglie che pedalano. L’unico problema è rappresentato da i soliti idioti (di cui il mondo è pieno) che corrono come pazzi sui loro mezzi, pensando di essere “campioni del Giro d’Italia”, i quali, non curanti della presenza degli altri, si trasformano in missili pericolosissimi. Attenzione e se del caso, contattate le Forze dell’Ordine. Per raggiungere la parte della Villa di “via della Nocetta”, potete utilizzare il ponte di cui vi ho già scritto, che collega le due parti del parco. La differenza di fondo tra le due è che la prima (lato Gianicolo) è più impegnativa da affrontare (nulla però di veramente difficile) mentre l’altra parte è più pianeggiante. Se possibile utilizzate i viali ed i sentieri per non danneggiare la vegetazione ed i prati.
Una raccomandazione importante è quelle di fare molta attenzione mentre circolate con le biciclette sia nei viali principale che sui sentieri. Purtroppo la manutenzione è scarsa, per cui potreste improvvisamente imbattervi in radici di alberi affioranti, o peggio in profondi solchi nel terreno, che si possono trasformare in “trappole micidiali”. Per cui se non conoscete questi luoghi, consiglio per le prime volte adottare prudenza, per non ritrovarvi a “ruote all’aria”.
ATTIVITA’ ARIA APERTA / NORTH WALKING

Un’attività “all’aria aperta” che ha preso molto piede è il “North Walking”. Oramai è abbastanza comune incontrare nel parco persone che camminano con passo spedito aiutati dalle inseparabili “bacchetta” del tipo smile a quello usate per sciare. La cosa positiva è che questa disciplina, bella ma per certi versi impegnativa, si è diffusa anche tra le persone anziane. Non è infrequente infatti imbattersi in gruppi  di “Signore e Signori” non più giovanissimi, che accompagnati da istruttori (credo professionisti), camminano con un passo spedito che stenderebbe un giovanotto. Oltre a socializzare, questa attività fa veramente bene al corpo, ed è divertente.

ATTIVITA’ ARIA APERTA / JOGA
La grande diffusione dello Joga nel corso degli anni, e degli annessi benefici legati all’esercizio di questa disciplina”, non ha lascito immune la Villa. Da tempo oramai alcuni istruttori effettuano dei corso negli spazi verdi del parco. In genere è si trovano in posti facilmente raggiungibili, data che possono parteciparvi sia giovani che anziani. Il luogo più usuale è la piccola pineta accanto al “Bitrot” vicino all’ingresso di Piazzetta del bel respiro. I corsi sono in genere gratuiti, e sotto il patrocinio del Comune di Roma. Gli orari nel pomeriggio tardi (in genere dalle 19.00 nel perido estivo), e non si richiede alcuna prenotazione o lista. Basta portare il tappetino ed il gioco è fatto.

 

ATTIVITA’ ARIA APERTA / PATTINAGGIO
Per i più piccoli, nella parte della Villa di Via della Nocetta, nella zona del parco giochi, è presente anche una pista di pattinaggio. Si tratta di un anello allungato che consente di poter affrontare le “rotelle” fin dalla tenera età. Questa però è l’unica struttura. Consiglio di non andarci troppo tardi nel pomeriggio (soprattutto quando le giornate si allungano con la bella stagione), in quanto la pista si riempie di bambini e ragazzi.

 

ATTIVITA’ ARIA APERTA / VOLANO – BADMINTON
Altra attività all’aria aperta che si può praticare è il Badminton, da noi meglio conosciuto come “volano”. Per chi non lo ha mai praticato, si tratta di uno sport olimpico dove si utilizza una racchetta molto lettegera, un volano (una mezza palla col le piume o una struttura  di nailon con una stuttura conica) ed una rete alta. Il luogo più adatto di tutta la villa sono i giardini antistanti Villa Algardi. La caratteristica è quello di essere uno spazio molto protetto da vento, per cui potete giocare senza essere disturbati. La precisazione è d’obbligo, visto che la “palla” con cui ci si sfida, proprio per le caratteristiche particolari con cui è costruita, é molto sensibile al potere del Dio “Eolo”, per cui giocare anche in presenza di un vento leggero divente praticamente impossibile, a meno che non siate molto veloci negli spostamenti necessari per raggiungere il volano portato lontano dalle folate.

 

CORSI SI FOTOGRAFIA
Mentre passeggiate per la villa, potreste imbattervi in gruppi di persone, che armati di macchina fotografica, fanno scatti in tutte le direzioni.  Non si tratta di giornalisti in caccia di scoop, ma di persone che partecipano a corsi di fotografia.
La Villa infatti e’ il luogo adatto dove cogliere scorci ed angoli dove poter fare delle foto molto belle, in tutti i periodi dell’anno. I soggetti preferiti sono gli alberi, le piante e i vari animali che si possono incontrare strada facendo.
Per frequentare uno di questi corsi basta ricercare su internet.

AQUILONI

Tra le attività che si possono fare all’aria aperta, per gli appassionati e per i più piccoli è possibile far volare gli aquiloni.
Non in tutta la Villa, in quanto è piena di alberi e il vento non spira in modo uniforme.  Il punto più adatto è in prossimità della zona vicino al parco giochi per i bambini vicino al Bistro’ (ingresso di Piazzetta del Bel Respiro). Anche per gli orari consiglio di utilizzare gli aquiloni dopo le ore 12, quando il vento comincia ad aumentare. Ovviamente ci sono garante di vento forte, per l’orario non è un problema. Se non siete dotati di questi “oggetti volanti”, trovere gli onnipresenti venditori (abusivi) di giocattoli per bambini, che tenteranno di vendervi i loro prodotti.  Ovviamente rammentate che non si puo’ fare, e che comprare da questi venditori occasionali e privi di licenza, puo’ comportare la comminazione di una bella multa salata,

PICNIC

I fine settimana, il parco viene utilizzato anche per effettuare un rito che abbiamo fatto quasi tutti, ovvero il PIC NIC.
La Villa offre molti posti dove poterlo fare,  grazie alla sua vasta superficie.  Non ci sono aree attrezzate,  per cui dovete portarvi tutto da casa, tavolini e sedie comprese.
Oltre altre alle pinete, ci sono anche molti grandi alberi che con le loro grandi chiome offrono protezione dal sole.

BALLI SUDMAERICANI
In alcune aree della villa, soprattutto la domenica, potreste sentire musica sudamericana. Non si tratta di una allucinazione, ma di gruppi di persone provenienti dal sud America, che qui si incontrano per stare insieme, mangiare, e ballare. Nonostante soprattutto il cucinare all’aperto non sia consentito, ogni tanto le Forze dell’Ordine chiudono un occhio sulla preparazione di vivande e mezzo di utilizzo di fuochi. Ma si tratta ovviamente di episodi sporadici
MARATONE
Grazie alla sua posizione ed alle sue caratteristiche, si presta anche l’effettuazione di manifestazioni sportive. Infatti, non è raro poter assistere a gare di maratona, di corsa campestre e bicicletta.

 

CANI

 

La villa è molto frequentata anche da coloro che intendono portare all’aria aperta i loro amici a quattro zampe. In realtà i cani andrebbero condotti con il guinzaglio, ma di fatto il 95% di loro cammina e corre libero.

 

 

Alcuni padroni, evidentemente molto maleducati, fanno fare i bisogni ovunque capiti, per cui se si tratta di pipi attenzione a sedervi sotto gli alberi dei posti più frequentati, se si tratta di cacca, allora attenzione ai piedi, perché si trovano anche dei bei ricordini. Basterebbe solo un po di attenzione per gli altri. Tra le altre cose lasciare la cacca dei cani in giro è punito con una corposa sanzione pecuniaria.

 

 

TEATRO ALL’APERTO IN ESTATE

 

 Per gli amanti del teatro e della rappresentazioni all’aperto in genere, presso la Villa nel periodo estivo è presente un teatro all’aperto, le cui strutture sono allestite nel mesi estivie smontate alla fine di settembre. Teatro, danza e musica sono di casa.

 

 

Si trova in prossimità dell’ingresso del Gianicolo/Via di San Pancrazio GPS: 41°53’15.09″N /  12°27’31.61″E , ove è ubicata anche la biglietteria. Il programma della stagione si può facilmente reperire on-line.

                                       41°53’14.01″N 12°27’17.94″E

    DOCCE PER ATLETI
Accanto al centro anziani si trovano anche dei locali dedicati a spogliatoio – docce per coloro che, dopo l’attività fisica, vogliono potersi lavare e cambiare. Di fronte a questa struttura, si può notare la presenza di supporti di legno, dove gli atleti effettuano gli esercizi di stracci prima e dopo l’attività.
CENTRO ANZIANI
Di fronte all’ingresso del Bar \ Bistrot, di cui ho già accennato, è presente una grande struttura, che ha l’aspetto di un antico casale. Al suo interno si trova un centro ANZIANI, dove vengono organizzati incontri dedicati alla terza eta’.
Passandoci accanto è possibile la musica utilizzata per i corsi di ballo. Affacciandosi sulla porta d’ingresso è possibile vedere le persone scatenate nelle danze. E’ luogo molto importante per socializzare.

 

 

CAMPO BOCCE
Vicino al centro anziani e alle docce per i “runners”, sono presenti anche due campi per il gioco delle bocce.
Un tempo erano molto utilizzati, adesso pero’ soffrono un po’ dell’abbandono. Dovrebbe essere valorizzato per incentivare un gioco molto seguito nel nostro paese.
SICUREZZA
Come già rappresentato, la villa è veramente grande, e la presenza di tantissimo verde, e di tanti viali, obbliga necessariamente le autorità garantire la sicurezza di coloro che frequentano il parco. Per cui, è abbastanza facile, poter incontrare pattuglie a cavallo della polizia di Stato, oppure dell’arma dei carabinieri, nonché pattuglie automunite della polizia locale di Roma capitale.
Ai prossimi appunti di viaggio.

 

 

(Cliccate su questo link per accedere alla pagina generale dedicata alla città di Roma)

 

Rispondi