EUROPA, MARE, MARE ITALIA, MARE SUD ITALIA, MARE TIRRENO, REGIONE PUGLIA, REGIONE SUD ITALIA, SNORKELING, SPIAGGIA, SPIAGGIA ITALIA, SPIAGGIA PUGLIA, SPIAGGIA SALENTO

ITALIA – REGIONE PUGLIA – SALENTO: SPIAGGIA DI TORRE CHIANCA

 

DOVE SI TROVA. La spiaggia si trova in prossimità della località balenare di Torre Lapillo  a circa 10 minuti (in auto) dal Porto Cesareo. Di seguito la mappa interattiva di GOOGLE MAPS che vi consentirà di raggiungere la vostra meta utilizzando il vostro dispositivo come un navigatore GPS ovunque vi troviate. Per calcolare il percorso cliccate sulla freccia blu sulla mappa. Ricordate che nell’angolo sinistro in basso è presente la versione “Earth” della mappa. 

LE PREVISIONI DEL TEMPO.  Di seguito troverete un box meteo con le previsioni del tempo riferite alla zona di Porto Cesareo su base settimanale, con fasce orarie,   aggiornate in tempo reale.  Cliccando sul giorno della settimana in cui intendete effettuare l’escursione, potrete verificare con esattezza la situazione metereologica prevista nell’arco dell’intera giornata. Questo vi consentirà di organizzare la vostra giornata al mare con il tempo migliore. Prendete bene in considerazione questo strumento, eviterete brutte soprese. 

PERIODO MIGLIORE PER EFFETTUARE LA VISITA. Dalla fine di giugno alla fine di settembre potrete frequentare questa spiaggia (come molte altre della Puglia). Il mare a giugno è più freddo, mentre nei mesi di luglio e agosto l’acqua è veramente caldo. Ottimo a che il mese di settembre. Ci sono molte meno persone e la spiaggia si gode meglio. Nei mesi centrali dell’estate c’è davvero molta gente. 

 

L’AFFOLLAMENTO.  La spiaggia è molto conosciuta, per cui durante la bella stagione, e soprattutto nel fine settimana, potreste trovare molte persone. Il punto più estremo della spiaggia, quella che si vede nelle immagini, è però meno frequentato. La spiaggia infatti ha poca sabbia e ci sono molti scogli piatti, che la rendono poco “appetibile” per coloro in che cercano le comodità. Inoltre è molto ventilata, per cui la presenza delle persone si riduce fortemente.

 

 

IL PARCHEGGIO. Per parcheggiare non ci sono particolari problemi. La spiaggia è in prossimità di una zona abitata sono presenti numerosstrade, dove è possibile lasciare il vostro veicolo. Cercate però di arrivare presto, se amate il mare della mattina. La spiaggia è molto conosciuta e gli spazi per parcheggiare si esaurisco presto. Se invece arrivate nel pomeriggio, trovare uno buco è più facile. Il parcheggio è gratuito, ma comunque controllate bene, perché da un anno all’altro le Amministrazioni Locali possono decidere di renderlo a pagamento. 

 

 

I CAMPER. Nelle strade che si trovano in prossimità della spiaggia e possibile vedere numerosi camper, soprattutto nella stagione estiva e durante il fine settimana. Le strade sono ampie e il fondo e buono. Trovare parcheggio può essere un problemaPer la sosta notturna verificare sempre le eventuali divieti ed ordinanze che regolamentano la materia. Eviterete delle multe. 

BAGNO CON IL MARE MOSSO. Fare il bagno con il mare mosso è sempre un rischio, soprattutto per coloro che non hanno molta dimestichezza con l’acqua, per i bambini e per gli anziani, e per coloro che hanno una ridotta mobilità. Se non volete correre rischi, questa è la spiaggia che fa per voi. L’acqua è bassa per decine di metri dalla spiaggia, ed il bagnasciuga è lungo centinaia di metri. Non ci sono scogli (se non in qualche punto), e ci sono molte persone che, in caso di necessità, possono eventualmente correre in soccorso. L’acqua è generalmente calda durante la bella stagione, ed il vento tende a portare verso riva. Ovviamente dovete sempre fare i conti con le vostre capacità nel nuoto ed in quella dei bambini ed anziani, ed se non siete molto sicuri, cercate di tenervi vicino alla spiaggia. 

 

L’OMBRELLONE. Portate con voi la, ombrellone. Il sole e davvero forte, e una zona d’ombra è necessaria, soprattutto se avete con voi bambini e cani. Il rischio di insolazione e ustioni, e concreto, per cui non dimenticatelo. Anche nelle giornate ventose è necessario, anche se apparentemente avvertirete meno la “forza” del sole. 

 

LA BASE IN PLASTICA PER PIANTARE OMBRELLONE.  Come anticipato, piantare l’ombrellone in questo punto della spiaggia non è possibile. Per cui se non volete utilizzare i cumuli di sassi lasciati da altri bagnanti, e per evitare di trovarli tutti occupati, una soluzione può essere quella di portare con voi le basi di plastica che si riempiono con l’acqua. Sono un po’ ingombranti, ma davvero comode per “piantare” il vostro parasole ovunque. Costano poso e si possono trovare nei negozi che vendono articoli per il mare.  

 

 

NESSUN ORMEGGIO PER LE BARCHE. La spiaggia non vede la presenza di porti o ormeggi attrezzati per le barche. Potete però ancorare il vostro natante (che non abbia un pescaggio più profondo di 2 metri), nel braccio di mare compreso tra la parte esterna della spiaggia e l’isoletta della Malva. Qui è infatti facile vedere ancorati gommoni, barche a motore, a vela, catamarani ed altro, dato che il vento non è molto forte e la corrente anche. Ovviamente dovrete fare molta attenzione mentre vi spostate con l’imbarcazione, data la presenza costante di bagnanti che nuotano dalla costa all’isoletta. È facile notare la presenza di imbarcazioni che ormeggiano la mattina e si allontano la sera. Rammentate sempre di rispettare le regole imposte per la navigazione in prossimità della costa. Non ci sono strutture per calare le imbarcazioni, almeno nelle vicinanze di questa spiaggia. In alcuni punti della spiaggia potete comunque far scendere gommoni o natanti di piccole dimensioni. 

 

NESSUN NOLEGGIO IMBARCAZIONI.  La spiaggia qui proposta è libera e non ci sono strutture per il noleggio della imbarcazioni, anche di piccole dimensioni. Per poter trovare qualcosa bisogna recarsi i prossimità degli stabilimenti balneari, dove in genere e possibile affittare gommoni, pedalò, canoe e kajak. 

 

ISOLA DELLA MALVA. Dal punto della spiaggi qui proposto, e molto facile raggiungere una piccola isola che si trova poco distante, denominata “della Malva”. L’acqua nel punto più profondo non supera i 1,50 mt, per cui anche per coloro che non sanno nuotare bene, o che non si avventurano in mare aperto, può essere facile arrivarci. La corrente nel braccio di mare che la separa dalla terraferma non è mai molto forte. Prestate comunque attenzione, perché in alcune giorni ed orari il mare tende a salire, per cui se non siete molto alti, potreste esserobbligati a dover nuotare. Indossate scarpette da scoglio, perché se camminate sul fondo sono presenti sassi e rocce. Una volta arrivati, per visitare la superficie dell’isola dovrete camminare sugli scogli, che sono taglienti in alcuni punti, ed arroventati dal sole. Andare a piedi nudi potrebbe essere pericoloso.  Potete anche nuotare intorno all’isola, ma fate attenzione alla parte che affaccia sul mare aperto. Nelle giornate ventose il mare tende ad infrangersi con violenza sugli scogli, che sono molto taglienti. L’isola è piatta e non offre alcun riparare dal sole. Per cui se decidete di restare, ricordatevi di portare al crema solare con voi. Alcune persone poi si armano di bagagli e arrivano sull’isola portando con loro tutto il necessario per trascorrervi la giornata in tranquillità . Ricordate però di proteggere tutto dall’acqua, per fare la traversata di poche centinaia di metri. Durante il passaggio attenzione alle imbarcazioni da diporto e a quelle che portano i turisti a visitare la spiaggia a fare il bagno. In genere si spostano molto lentamente, ma c’è sempre qualche imbecille che non rispetta le regole. 

 

COLORI DEL MARE .  Una volta arrivati sulla spiaggia, sarete immediatamente colpiti dai colori del mare. Nelle belle giornate di sole, e con poco vento, l’acqua passa dal verde al blu o azzurro, in base alla profondità dell’acqua. È davvero un spettacolo unico che vi farà venire la voglia di fare subito il bagno. 

 

MARE – PROFONDITA’. Il mare in questa zona è poco profondo. L’acqua è veramente bassa per decine di metri, e non supera i due metri anche nel braccio che separa questa spiaggia fino all’ isolotto che si trova difronte. Ovviamente se vi spingete verso il largo, la profondità aumenterà, ma bisogna allontanarsi parecchio dalla costa.  Questa caratteristica rende il posto adatto per i bambini, anche piccoli, per gli anziani, e per tutti coloro che non sanno nuotare molto bene. 

 

LE  CORRENTI MARINE. Quando il mare e calmo e non c’è molto vento, la corrente tende ad essere debole, se non del tutto assente. Anche con il mare agitato e con il vento la situazione non cambia molto, grazie alla conformazione  della  spiaggia e della profondità dell’acqua. 

 

 

TEMPERATURA ESTERNA. E’ ovviamente un fattore ambientale condizionato dalla stagione e dalla situazione metereologica giornaliera. Considerate che durante la bella stagione, tra giugno e settembre, in Puglia il caldo può essere veramente forte. IL sole in queste zone è implacabile, e spossono raggiungere tranquillamente i 30/35 gradi all’ombra. Sotto asole molti di più. Questo però puo essere un problema solo se non c’è il vento a rifrescare la vostra giornata. Nella peggiore delle ipotespotete sempre trovare refrigerio facendo il bagnoanche se in alcuni casi la temperatura dell’acqua supera i 30 gradi, soprattutto all’ombra 

 

TEMPERATURA DELL’ACQUA DEL MARE. La temperatura del mare dipende da numerosi fattori. La stagione e la giornata in cui decidete andare su questa spiaggia. In Puglia in genere durante la bella stagione, il mare è molto caldo, soprattutto se l’acqua è bassa ed il fondale è sabbioso (in genere con i fondali con le rocce l’acqua alta, la temperatura tende a scendere). Qui si raggiungono tranquillamente i 30 gradi e oltre, per cui fare il bagno è un vero piacere. Sperò volete rinfrescarvi, allora l’unica soluzione è allontanarsi dalla costa per raggiungere acque più profonde, dove il le correnti tendono a rimescolare l’acqua calda con quello fredda

 

DOVE MANGIARE – BAR – RISTORANTI. Per mangiare avete più soluzioni. La prima è quella di portarsi qualcosa da casa. Se invece volte comprare qualcosa di pronto potete rivolgervi al vicino stabilimento balneare che si trova a poche decine di metri. Potete anche pranzare o cenare presso questo stabilimento. Ricordate però di prenotare, perché potreste non trovare posto, soprattutto durante la bella stagione ed i fine settimana. 

 

 

IL CELLULARE – LA CONNESSIONE INTERNET.  La spiaggia si trova vicino ad una zona abitata e non ci sono particolari problemi per la ricezione telefonica e internet. Se incontrate difficoltà, può dipendere dal vostro operatore telefonico. Se vi avvicinate agli stabilimenti, in genere viene offerta anche la connessione wi-fi gratuita, ma dovete verificare di persona 

 

LE SCARPE CONSIGLIATE. Al mare in genere si indossano ciabatte ecc. Qui non servono scarpparticolari, considerato che gli scogli presenti sono piatti e bassi e non pericolosper i piedi. Anche il fondo del mare è prevalentemente sabbioso, per cui non avrete bisogno di scarpette per fare il bagno. Il discorso cambia se volete raggiungere a nuoto l’isoletta della Malva . Qui ci sono scogli taglienti e le ciabatte potrebbero non essere sufficientiPer cui portate con voi anche delle scarpette da soglio. Potrete nuotare e camminare senza correre il pericolo di ferirvi.  

IL CAPPELLO. Il sole picchia molto forte durante il giorno, soprattutto durante le ore centrali della giornataPer cui se non sopportare bene i raggi solari, potete indossare un cappello per proteggervi.  Molto consigliato per i bambini, che amano giocare, e sono difficili da trattenere sotto l’ombrellone.  

 

GLI OCCHIALI DA SOLE. Può sembrare una raccomandazione inutile,  ma è molto frequente incontrare persone che li indossano al mare. Fate molta attenzione. Il sole in Puglia è fortissimo durante la bella stagione, e l’acqua del mare (con il fondo bianco) e la sabbia bianca riflettono come uno specchio. Valutate anche l’azione del vento che “asciuga” gli occhi se non debitamente protetti. 

 

 

LA CREMA SOLARE. Il sole in Puglia è veramente forte. Nelle belle giornate per ustionarsi basta poco tempo, per cui è necessario proteggersi con una crema con un fattore molto alto, e per più volte durante la giornatasoprattutto ssi fa il bagno spesso. Non sottovalutate questo suggerimento. Il rischio è molto serio. Particolare attenzione ai bambini. Con l’acqua calda tendono a fare bagni molto lunghi, che riducono rapidamente l’efficacia della crema. 

 

MARE ADATTO AI BAMBINI .  La spiaggia e il suo mare è molto adatto ai bambini, anche molto piccoli. La temperatura  alta dell’acqua, la bassa profondità del mare, e le deboli correnti, sono una combinazione ideale per loro. A questo si aggiunge  la presenza di pochi  scogli. Quelli presenti sono piatti e non taglienti. 

 

 

USO DEL PASSEGGINO PER I BAMBINI. Per trasportare i bambini più piccoli, e per farli stare comodi anche al mare, il passeggino può essere molto utile. Su questa spiaggia lo potete portare tranquillamente. La strada dove lasciare i vostri veicoli non è molto distante, e la sabbia è compattaPer cui se non usate quello tecnico (quello che usano molti genitori per correre e per terreni accidentati, a tre ruote grandi) il vostra da “passeggio” può andare bene. In alcuni passaggi dove la sabbia è morbida sarete però obbligati a prendere il piccolo in braccio, perché farlo camminare a spinta può essere un’impresa

 

NESSUNA AREA GIOCHI PER I BAMBINI. La spiaggia proposta è liberaper cui non troverete aree attrezzate per i bambini.  Se le cercate dovete andare presso uno stabilimento balneare. 

 

ANZIANI E PERSONE DIFFICOLTA’ DI DEAMBULAZIONE . La spiaggia è adatta anche per le persone anziane o con difficoltà di deambulazione.  Raggiungerla è semplice e la strada dove parcheggiare non è lontana dalla sabbia. Il mare non è profondo. Inoltre spuò scegliere di utilizzare gli stabilimenti balneari presenti, che offrono vari tipi di confort. 

 

DIVERSAMENTE ABILI. La spiaggia è adatta per le persone disabili. Non ci sono ostacoli particolari. Il mare ha un fondale basso, adatto per fare il bagno a che per chi non può nuotare agevolmente. 

 

 

DIVERSAMENTE ABILI E USO DELLA CARROZZINA. La spiaggia  è  piatta e non presenta particolari ostacoli per coloro che devono spostare con la carrozzina. La zona dove sparcheggiare non è molto lontanaper cui la strada da percorrere non è molta. Un ostacolo può  essere rappresentato da alcuni punti dove la sabbia è morbida, che potrebbe  rendere difficile far girare le ruote. Sul litorale spossono trovare alcuni stabilimenti attrezzati dove potrebbe  essere più  facile spostarsi con questo mezzo di locomozione. 

  

I CANI. Per gli amici a quattro zampe questa spiaggia è il posto ideale. La sabbia della spiaggia e del fondale marino impedisce loro di ferirsi le zampe. L’acqua è caldaper cui gli animali più piccoli ed anziani non corrono rischi legati agli sbalzi di temperatura. E’ poco profondaper cui possono giocare, senza dover necessariamente nuotare. Le correnti marine sono molto deboli o quasassenti. Bisogna fare solo attenzione aalcuni scogli piatti che in alcune zone presentano della punte, che potrebbero ferire  gli animali meno abiutati a camminare, come quelli da “salotto” o cuccioli. 

 

PORTARE L’ACQUA I CANI. Sulla spiaggia non ci sono fontane, per cui è necessario che portiate con voi acqua per far bere i vostri amici a quattro zampe. In caso di necessità (acqua dimenticata o finitapotrete acquistarla anche presso lo stabilimento che si trova in prossimità della Torre Chianca. La troverete anche pressaltri stabilimenti lungo la spiaggia, ma dovrete camminare un po’.

  

I CANI – LA MUSERUOLA Se il vostro cane non crea problemi, in genere la museruola non è necessaria. Ricordatevi però che la spiaggia è in genere molto frequentata, ci sono molti bambini, e molti cani. Per cui valutate attentamente ssia necessario legare il vostro cane o fargli indossare la museruola. Inoltre controllate sempre bene le ordinanze  affisse sui cartelli in materia. 

  

 

 

LEGGERE I CARTELLI. Per evitare problemi, un consiglio è sempre quello di  impiegare qualche minuto a leggere i cartelli che contengono gli avvisi e i divieti del luogo in cui vi trovate. Quasi nessuno ci presta attenzione (come avviene per le ordinanze del sindaco e della capitaneria di porto ecc) ma possono essere molto importanti per evitare di incappare in multe e sanzioni di vario tipo. A esempio, in alcuni posti e giustamente vietato raccogliere la flora spontanea (piante rare e protette) e se lo fate siete passibili di essere multati. In altri casi ad esempio per i cani è obbligatorio far indossare la museruola e cosi via. Per cui occhio!

 

RACCOGLIERE I RIFIUTI. Può sembrare superfluo raccomandare di non lasciare rifiuti sulla spiaggia, ma basta guardarsi in giro per capire che il mondo è pieno di zozzoni che non amano l’ambiente e che non rispettano gli altri. Per cui ricordate sempre di portare la spazzatura. La potreste buttare negli appositi secchi che si trovano in prossimità della strada in cui parcheggerete il veicolo. Sono tanti e diversificati per tipologia. Lasciata quindi la spiaggia ed il mare puliti.  

 
NON ACCENDERE FUOCHI . Ricordate che sulla spiaggia è vietato accendere fuochi sia di giorno che di notte. Farlo può essere estremamente pericoloso, in quanto la vegetazione può incendiarsi facilmente, soprattutto nelle giornate ventose. Chi vi scrive ha assistito personalmente a questo evento, e le conseguenze sono catastrofiche.  

 
NON RACCOGLIERE LA FAUNA SPONTANEA. E’ molto importante evitare di danneggiare la flora che cresce in prossimità della spiaggia. Si tratta di macchie di lentisco di grandi dimensioni e di altre piante spontanee.  

 

EVITARE RUMORI MOLESTI. La spiaggia è molto lunga. Per cui troverete varie “zone” con diverse tipologie di bagnanti. Il punto che vedete nelle immagini e in genere frequentato da chi cerca tranquillità, lontano dai rumori. Per cui se decidete di andarci, ricordatevi di rispettare gli altri.  

 

INSETTI PERICOLOSI – LE VESPE. Non ci sono particolari problemi con gli insetti. La zona è in genere ben ventilata ed asciuttaper cui di zanzare se ne vedono molto poche, nonostante lapresenza di un corso d’acqua che si immette nel mare in prossimità della Torre Chianca. Bisogna comunque fare attenzione alle vespe, sempre presenti sulle spiagge, che sono attratte dal cibo portato sullaspiaggia dai bagnanti. Per evitare gradite soprese coprite sempre il cibo, ed attenzione mentre mangiate. Sono insetti aggressiviper niente timidi, per cui potrebbero pungervi. Ne caso fossero presenti, limitatevi aallontanarvi, ma non tentate di scacciarle con le mani. Il rischio di puntura in questo caso è molto alto. Particolare attenzione ai bambini e ai cani. 

IL TRAMONTO.Se amate restare fino a tardi al mare, questa è la spiaggia che fa per voi. Il vento si calma e l’acqua è molto calda, ottima per fare io bagno con il sole che si tuffa nel mare.  Potrete osservare uno spettacolo davvero bello, come dimostra l’immagine che segue.

 

Ai prossimi appunti di viaggio. 

ITALIA – PAGINA GENERALE – CLICCARE QUI

ITALIA – REGIONE PUGLIA – PAGINA GENERALE – CLICCARE QUI

========================================================

Per visionare gli altri appunti di viaggio dedicati ad un determinato argomento cliccare sulle categorie che interessano presenti sulla pagina. 


Per poterne visionare dai vostri smartphone, potete anche cliccare la “versione web” che si trova al termine del post. Vi apparirà come sul computer.

Potete cercare gli argomenti che vi interessano nell’apposito spazio “cerca”.  Basta utilizzare una parola desiderata “chiave”. Se esiste si aprirà il post corrispondente. Ad esempio se digitate “rifugio”, o “orrido” o “chiesa” o “miniera” ecc., verranno visualizzati tutti i post che contengono questa parola. 

Nella parte finale di ogni post è presente la voce “TRADUTTORE”. Per scegliere la lingua desiderata (come nel caso vogliate mostrare il post ad una persone straniera che non parla la vostra), cliccate sul menù a tendina, dove la troverete. In pochi secondi il sistema provvederà alla traduzione.

Conservate il link o la pagina di questo appunto di viaggio. Potrebbe tornarvi utile nel caso in cui decideste di visitare questo luogo. Potrete condividerlo anche con un amico.

Se siete interessati agli appunti di viaggio, inserite la vostra email nell’apposita
finestra “iscriviti alla newsletter” che si trova nella pagina, e vi arriveranno le novità del blog ad ogni nuova pubblicazione. L’iscrizione è gratuita. Vi verrà solo richiesto di confermare il vostro indirizzo di posta, per essere
sicuri che siate stati proprio voi ad iscrivervi.

Nel caso in cui non doveste trovare l’email di conferma nella posta, controllate nella cartella spam. Se il link con fosse attivo, basta copiarlo nel barra di ricerca del vostro browser per e dare invio e apparirà un messaggio di conferma di avvenuta attivazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi