REGIONE SICILIA, REGIONE SUD ITALIA, Senza categoria, VULCANO

ITALIA – SICILIA – ETNA: IL PIU’ GRANDE VULCANO EUROPEO

Per raggiungere l’Etna potete utilizzare la mappa sottostante come navigatore GPS. Basta cliccare sulla freccia azzurra nell’angolo sinistro in alto. Dovete attivare l’antenna GPS del vostro dispositivo o inserire il punto da cui partite.

(cliccando sul link interattivo qui sopra, aprirete la mappa che vi consentirà di raggiungere il vulcano utilizzando in vostro smartphone come un navigatore GPS. Per impostare la destinazione cliccate sul segnalino colorato, e la strada verrà calcolata dal telefono usando l’antenna GPS integrata. Se utilizzate il computer potrete calcolare la rotta seguendo lo stesso procedimento, ma sarà necessario inserire il punto di partenza nell’apposito spazio.)

Visitare il più grande vulcano attivo d’Europa è obbligatorio. Per cui se vi trovate in Sicilia, mettete in calendario almeno una giornata da passare su questa “montagna di fuoco”, rinunciando anche ad una giornata di mare se siete in zona nel periodo estivo.

LE STRADE – COME ARRIVARE

Il vulcano può essere raggiunto utilizzando molte strade differenti. Quella che abbiamo fatto noi, passando per NICOLOSI era in ottime condizioni. Certo bisogna affrontare molte curve, per cui se soffrite di mal d’auto preparatevi ad avere qualche leggero fastidio. Un po d’aria vi aiuterà certamente

BOX METEO – PREVISIONI DEL TEMPO. Di seguito troverete le previsioni del tempo a sette giorni dalla data odierna con fasce orarie per scegliere la giornata più adatta per effettuare la vostra visita al vulcano. xxxxxxxxxxx

RAGGIUNGERE LA CIMA DEL VULCANO

Una volta raggiunto il piazzale antistante il RIFUGIO SAPIENZA, per arrivare sulla cima del vulcano avete due possibilità.  A piedi o con la funivia. Nel primo caso troverete l’inizio delle piste da sci (durante la stagione estiva sono libere dalla neve) che arrivano fino alla cima, oppure utilizzando la FUNIVIA che si trova proprio accanto al rifugio. A meno che non siate allenati ed abbiate molte ore di tempo per salire, consiglio di utilizzare la funivia. In poco tempo vi porterà nella parte più alta del vulcano da dove potrete decidere di raggiungere la cima vera e proprio sia a piedi (anche qui però il tragitto non è breve) oppure utilizzano dei grossi fuoristrada che vi trasporteranno comodamente. Il costo per la funivia è di 30 euro a persona, e 30 per i fuoristrada. Può sembrare alto, ma in definitiva vi trovare in posto unico al mondo. Consiglio, se il tempo è bello e avete tempo, di utilizzare la funivia per il primo tratto e poi di passeggiare sulla cima. Il luogo è veramente incredibile. Cenere ovunque senza vegetazione. Il colore nero domina la scena.
I CRATERI SILVESTRI
Una volta raggiunta la zona dei parcheggi antistanti il rifugio Sapienza, potrete visitare i “crateri silvestri” due coni vulcanici facilmente raggiungibili a piedi. Sono infatti accanto alla strada principale. Qui l’altezza è di circa 2000 metri. Si possono percorrere a piedi senza una attrezzatura particolare. Bisogna però fare attenzione a due cose: il vento e la pendenza. Mentre camminate le raffiche potrebbero farvi scivolare all’interno o all’esterno dello stesso. Consiglio comunque di portarsi qualcosa per difendersi anche dal freddo, nelle giornate invernali o estive con il cielo coperto. 
ACCESSO ALLA FUNIVIA
Come anticipato, raggiungere la parte alta del vulcano, il modo più semplice è certamente quello di utilizzare la funivia che si trova accanto al RIFUGIO SAPIENZA. Li troverete al biglietteria dove potrete acquistare il biglietto per salire. Si può pagare in contanti, ma anche con bancomat e carta di credito.

 

ORARI INGRESSO – USCITA FUNIVIA Essendo un luogo pubblico, il vulcano è ovviamente raggiungibile in qualsiasi orario. Per la parte alta però, se per salire utilizzate la FUNIVIA, ricordatevi di appuntarvi gli orari di chiusura dell’impianto. Potrebbe accadere che passeggiando non calcoliate bene il momento di fare ritorno alla funivia per scendere sul piazzale. Se saltate questo appuntamento il rischoi è quello di dover tornare al piazzale di partenza a piedi, e il tragitto non è certamente breve. Per cui occhio!
ABBIGLIAMENTO CONSIGLIATO
Quando salite sull’Etna, ricordatevi sempre che si tratta di una “montagna” che arriva a circa 3.300 metri. Questo significa che fa freddo sia d’estate che d’inverno. In particolare nella stagione estiva, alla base si possono tranquillamente superare i 30°C, mentre sulla sommità si raggiungono solo i 3/5 gradi (ovviamente dipende dal tempo). Questo significa che quando decidete di salire, ricordatevi che pantaloncini corti  e vestiti leggeri non bastano, almeno che non decidiate di rischiare di prendere un malanno. Per cui è necessario portarsi ghiacce a vento o simili e pantaloni lunghi, e cappelli per coprirsi il capo (oppure usare i cappucci della giacche). – GIACCHE A NOLEGGIO. In ragione del fatto che in molti arrivano vestiti in modo non idoneo, all’arrivo della funivia (non alla partenza), è possibile noleggiare le giacche a vento per pochi euro. Quanto uscirete fuori capirete che sono davvero necessarie, se non avete nulla di vostro.
ABBIGLIAMENTO CONSIGLIATO: LE SCARPE
Una parte fondamentale dell’abbigliamento sono le scarpe. Scordatevi infradito, scarpe con i tacchi o simili. Salire su vulcano esige l’uso almeno di buone scarpe da ginnastica! Consiglio vivamente quelle da TREKKING. Il motivo è semplice. La parte sommitale del vulcano e ricoperta di cenere molto sottile, che si infila dappertutto. Se le scarpe non sono quello giuste in breve tempo avrete i piedi immersi nella cenere, che di certo non fa bene. Inoltre quando affrontate le salute o le discese, con questo tipo di calzature non perderete aderenza, a tutto vantaggio della sicurezza e del confort. Proprio perché molti non pensano a questo, è possibile noleggiare le scarpe direttamente nella parte alta della funivia. Ma ricordate che sono usate da tantissime persone per ore, e questo va a scapito dell’igiene!
 
PARCHEGGIARE I VEICOLI

Una volta arrivati al rifugio SAPIENZA, parcheggiare non sarà un problema. Data l’affluenza di visitatori sono stati realizzati zone dove parcheggiare le auto le moto ed i camper. Ovviamente bisogna sempre fare i conti con la grande affluenza di visitatori, ma in genere non è un problema. Ci ha colpito la presenza  di camper tutti concentrati in una zona dell’ampio parcheggio.  Ovviamente troverete anche molti BUS TURISTICI, ma c’è spazio per tutti. di seguito le foto satellitari della zone vi daranno una chiara idea della situazione. (FOTO SATELLITARE)

TEMPERATURA ESTERNA
Come sempre avviene nei luoghi naturali, non è possibile dare indicazioni precise sulla temperatura. Qui i fattori in gioco sono molteplici, a cominciare dall’altitudine. Come vi ho anticipato si può partire dai 30 gradi alla base del vulcano per giungere ai 5 gradi della vetta, e questo in estate. Ricordate che qui in inverno si scia, per cui regolatevi di conseguenza.
UMIDITA’ ESTERNA
come per la temperatura, anche l’umidità di questo luogo non è prevedibile. La stagione ovvimente fa la differenza. Bisogna però precisare data l’altezza, spesso le nuvole fanno la loro improvvisa comparsa. In questo caso vi potreste trovare improvvisamente “immersi” nel vapore acqueo di cui sono composte, con repentino abbassameto delle temperatura (anche perchè il sole non si vede più), ed innalzamento improvviso del tasso di umidità.
 
DOVE MANGIARE
Le passeggiate, o per meglio dire le arrampicate, l’aria di montagna, mettono un certo appetito. A meno che non vi siate già portati il cibo da casa, di certo qui non morirete di fame. Data l’importanza che ha il vulcano come meta turustica, nell’area intorno al RIFUGIO SAPIENZA, troverete bar e ristoranti. Per chi non ha particolari esigenze o vuole fare alla svelta, panini e snack di ogni tipo sono presenti in quantità. Per chi invece ama magiare bene, allora il ristorante è una scelta obbligata. In uno dei locali dove ci siamo fermati il ristorante era di tutto rispetto, con ampie sale e piatti che all’apparenza dovevano essere molti gustosi. Anche i prezzi sono abbastanza contenuti, il linea con quelli di altre località arrampicate sul vulcano. Ovviamente per il caffè o altro i bar funzionano che è una meraviglia.
TREKKING
Sul vulcano si cammina è c’è solo l’imbarazzo della scelta: i sentieri si snodano attraverso i boschi che cingono la montagna o in quota dove il verde lascia il posto al nero assoluto. L’attività può diventare impegnativa se non siete abituati, ma veri pericoli non se ne corrono. In pratica tutti coloro che siano in buona salute si possono cimentare in questo sport, ovviamente sempre con la giusta attrezzatura. Infradito, ciabatte e altro sono bandite!
 
BAMBINI SI.
Nonostante l’altezza e la temperatura non sempre alta, i sentieri a percorrere sono adatti anche per loro. Nella parte piu’ alta e brulla del vulcano nonostante l’aspetto molto particolare ,e’ facile da percorrere e per ipiccoli non ci sono problemi. Ovviamente bisogna fare i conti con l’aria rarefatta. Consiglio per tale ragione di utilizzare gli appositi fuoristrada per raggiungere la vetta.
CANI 
il vulcano è certmente un luogo dove porta i cani a passeggio. Il verde nella parte bassa della montangna,  e gli spazi aperti n quella superiore, saranno certamente apprezzati. Due però sono le raccomandazioni utili. La prima e che in alto fa freddo (come anticipato in piena estate anche pochi gradi sopra lo ZERO). La seconda è che la parte che va dall’arrivo della funivia alla cima è completamente spoglia. Per cui, se decidete di passeggiare, oltre a portarvi l’acqua per voi, ricordatevi anche quello per il vostro cane.
CONNESSIONE INTERNET
Se temete si salire sull’Etna e di non trovare connessione per il vostro smartphone, potete trenquillizzarvi: anche a questa altezza ol collegamento è garantito. Per cui non solo potrete telefonare, ma anche utilizzare tutti i  SOCIAL a cui siamo abituati e ai quali non possimo rinunciare. Ricordate infatti che la sommiatà del vulcano è anche un luogo dove si scia in alta quota, ed orami trovare località sciistiche tagliate fuori dal mondo è praticamente impossibile. Per cui potrete in tempo reale fare vedere le foto ai vostri amici di questo posto unico.
I SERVIZI IGIENICI
Nel caso in cui abbiate bisogno di usufruire dei servizi igienici, non ci sono problemi. Le strutture presenti su piazzale che da accesso alla parte alta del vulcano sono tutte dotate di bagni, tranne i negozi di souvenir. Nel caso il cui ne abbiate bisogno una volta scesi dalla funivia, o prima di salire, nessun problema, presenza garantita. Se decidete pero’ di salire sulla cima del vulcano, ricordatevi, se necessario di farci un salto prima. In quota non trovere nulla e l’assenza di vegetazione ed il freddo potrebbero rendere complicato una eventuale “ritirata strategica” dell’ultimo minuto.

LO SCI
Quando si pensa alla Sicilia il pensiero va inevitabilmente al sole e al mare (oltre che alle bellezze artistiche e storiche sparse ovunque), ma non al fatto che si possa sciare. L’Etna offere anche questo. Durante la nostra visita estiva abbimo visto numerosi impianti di risalita sul vulcano, oltre alla funivia principale. D’altronde i quasi 3.300 metri di altezza sono tanti, per cui se avete  se siete nell’isola in inverno e avete voglia di mettere gli sci ai piedi, potete farlo tranquillamente. Inoltro il panorama è bellissimo, sia d’estate che d’inverno.

BICICLETTE E MOUNTAIN  BIKE
Salendo sui fianchi della montagna abbiamo incontrato sulla strada ciclisti che scendevano numerosi. Certo bisogna fare i conti con salite veramente impegnative, ma considerando la soddisfazione  dipinta sui volti di questi intrepidi scalatori, ne deve valere veramente la pena. Pun non avendolo visto direttamente, ci e’ stato detto che sulla parte alta del vulcano si fa il DOWN HILL, una disciplina con la mountain bike molto pericolosa che deve essere svolta solo da persone esperte.

ACQUISTARE DEI SOUVENIRS
Se non resistete alla voglia di acquistare qualche ricordo o regalo per voi, amici o parenti, non avete che l’imbarazzo delle scelta. Infatti sul piazzale che si trova difronte al RIFUGIO SAPIENZA, sono presenti numerosi negozi di articoli di questo tipo. Li riconoscerete subito, primo perchè non c’è altro intorno, e per il fatto di essere in stile “montagna” ovvero in legno e con il tetto spiovente. Ma come sopra vi rappresentavo, la quota è alta e d’inverno la neve si fa vedere in abbondanza.

VEGETAZIONE
Il vulcano è coperto di una bella vegetazione lussureggiante, cosa facilmente riscontrabile dalle fotografie. Nella parte più alta del cono,  nella zona dove è presente la lava più recente, la situazione cambia completamente. Agli alberi si sostituisce una vegetazione bassa, composta di cespugli, che sparisce completamente una volta che si arriva nella parte alta della funivia. Qui non troverete nenche un filo d’erba, cosa che caratterizza questo paesaggio unico.

INSETTI
In genere quando si visita un posto naturale, imbattersi negli insetti (molesti e non) è d’obbligo. Sull’Etna, complice l’altezza e la temperatura, non ne abbiamo incontrati, fatta eccezione per un insetti che tutti amano e che si dice porti fortuna: la COCCINELLA. Per motivi che nessuna ci ha saputo spiegare, troverete in terra e sulle rocce vulcaniche decine di coccinelle. La cosa è ancora più strana se si pensa che si tratta di predatori (mangiano i pidocchi delle piante) e qui di verde, in alta quota, il verde è raro. Comunque quando camminte fate attenzione quanto camminate. Schiacciarle è facile, date anche le piccole dimensioni.

COSA VEDRE INTORNO
Visitare l’Etna è interessante non solo per il vulcano in se, ma anche per i centri abitati presenti sullo stesso. Alcuni sono famosi altri meno. Considerando le dimensioni e le distanze, consiglio di studiare il percorso per raggiungere la parte alta del vulcano. Ciò vi consentirà di visitare di passaggio uno dei tanti centri abitati presenti sulla montagna.

VIDEO CON TUTTE LE FOTO DEL BLOG:

il video che trovate qui sotto è con TUTTE LE FOTOGRAFIE effettuate nel corso della visita.

YOUTUBE – ETNA IL PIU’ GRANDE VULCANO EUROPEO

ITALIA – SICILIA – PAGINA GENERALE – CLICCARE QUI

ITALIA – PAGINA GENERALE- CLICCARE QUI

Rispondi