REGIONE VALLE D'AOSTA, Senza categoria

ITALIA – VALLE D’AOSTA: ORRIDO DI PRE SAINT DIDIER – A.D.V.

COME RAGGIUNGERLO. Per raggiungere l’orrido, esistono due alternative. La prima è quella con partenza da Pré-Saint-Didier, è la seconda direttamente dal “parco avventura”. Tra i due punti di partenza vi è una differenza notevole, in quanto il primo si deve fare a piedi, ed il secondo si raggiunge direttamente in macchina. Ma andiamo per ordine. Se decidete di partire da Pré-Saint-Didier, in prossimità delle terme del paese, ed in particolare all’altezza del ponte di pietra, troverete un sentiero abbastanza ripido che vi porterà attraverso un percorso tutto in salita, proprio nella zona in cui si trova l’orrido. Il percorso, è molto semplice da fare, in quanto in terra battuta, e non presenta particolari difficoltà, salvo il fatto che si tratta comunque di una salita è molto repentina, che potrebbe creare qualche difficoltà alle persone meno allenate. La cosa bella e che è tutto nel bosco. Ovviamente, questa soluzione non comporta l’utilizzo di alcun veicolo.

20170725_151623

La seconda scelta invece è quella come anticipato con la partenza dal “parco avventura“. Per fare ciò, bisogna utilizzare l’autovettura, ho un altro mezzo, e percorrendo la Statale numero 26 verso la località della Thuile, si arriva in un luogo denominato Plan de Bois, dove ha inizio il parco avventura. Come sempre di seguito troverete le indicazioni di Google Maps. Troverete così la strada senza problemi.

LA GIORNATA GIUSTA. Per visitare l’orrido, bisogna come sempre scegliere la giornata giusta. Ricordiamoci che siamo in montagna, è che anche in questa semplice passeggiata dicono le stesse regole di quando si va ad esempio a visitare un rifugio. Per cui, evitate accuratamente giornate troppo ventose, troppo fredde, piovose o particolarmente nevose. L’orrido sui trova in un posto molto esposto agli agenti atmosferici, per cui potresti avere serie difficoltà a godervi una così bella gita con condizioni climatiche avverse. Di seguito, troverete una box meteo, con le previsioni del tempo a 7 giorni con fasce orarie, che vi consentiranno di poter organizzare la vostra gita al meglio.

BOX METEO

DOVE PARCHEGGIARE. Per parcheggiare, non ci sono problemi, sia che partiate dalla località di pré-saint-didier, sia che decidiate invece di partire dal parco avventura. Nel primo caso, potrete Infatti utilizzare i parcheggi che sono presenti in prossimità delle Terme di Pre San Didier. Ci sono quelli all’aperto pubblici, alcuni dei quali a pagamento altri no, nonché quello coperto delle terme, che però esclusivamente a pagamento. Se invece decidete di partire dal parco avventura, poco prima di arrivare presso lo stesso, troverete un ampio spazio in terra battuta, dove potrete lasciare tranquillamente la vostra macchina senza pagare nulla. Questo è Infatti in pratica il parcheggio dello stesso parco avventura.

LA PASSERELLA METALLICA. Si tratta, di un opera dell’uomo veramente suggestiva. È una struttura metallica, a sbalzo, sulla gola dell’orrido di pré-saint-didier. Tra la stessa, ed il fiume sottostante, vi è un altezza di circa senza 160 m. La caratteristica fondamentale nell’opera e di essere, nonostante la grande massa di metallo utilizzato, estremamente leggera, e di consentire una visuale altrimenti impossibile se non per scalatori esperti arrampicati sui bordi della montagna. La sua forma è quella ad anello, per cui si entra da una parte, e si esce dall’ alta, come se il sentiero naturale si spingesse nel vuoto per poi rientrare nel bosco. Dal punto di vista tecnico, si tratta di una struttura in metallo ancorata ad una fondazione in cemento armata bloccata sulla stessa roccia del pendio con dei pali. Sono poi presenti delle travi di acciaio tubolare molto grandi, di supporto nonché dei pilastri sempre in acciaio, nonché dei tiranti che sorreggono l’intera struttura. Le foto parlano da sole.

20170725_154427
La grande struttura metallica che affaccia sull’orrido

LE VERTIGINI nonostante il fatto che la struttura metallica sia certamente estremamente sicura, bisogna sempre fare i conti con coloro che soffrono di vertigini. Infatti, oltre ad essere sospesa nel vuoto, La passerella è caratterizzata da un pavimento a griglia, il che di fatto consente oltre al passaggio dell’aria della luce e del vento, anche di avere la netta sensazione di non avere i piedi su un pavimento solido, e di essere sospesi nel vuoto. A ragione, per le persone che soffrono di vertigini, potrebbero essere estremamente difficile, in alcuni casi è impossibile, camminarci sopra, proprio per la unicità della posizione in cui si trova, è per le caratteristiche costruttive.

20170725_124033
Particolare della griglia del pavimento

IL PANORAMA. La struttura metallica offre il vantaggio di vedere uno spettacolo naturale magnifico. Infatti, da questa terrazza, è possibile osservare la catena del Monte bianco, nonché tutta la parte sottostante, dove si trova Pre San Didier con le sue Terme nonché le località intorno.

20170725_124219

La struttura metallica vista dal ponte di pietra

ABBIGLIAMENTO come sempre, l’abbigliamento da scegliere è influenzato fortemente dalla stagione nella quale si effettua la visita dell’orrido. Ricordate però, che si tratta di un posto ad una notevole altezza, sospeso nel vuoto, ed esposto al passaggio del vento, senza alcun tipo di protezione. Per questa ragione, sempre che la giornata non sia particolarmente calda e priva di vento, è buona norma portare con voi qualcosa per coprirsi come ad esempio una semplice felpa o un keeway punto questo vi consentirà, di poter sostare affacciati all’orrido senza essere obbligati ad andare via, a causa delle folate di vento.

LE SCARPE. La passeggiata non richiede calzature particolari. Un buon paio di scarpe da ginnastica, o da trekking, sono più che sufficienti, sia che decidiate di salire per il sentiero che da Pre San Didier che collega la zona in alto dove si trova l’orrido, sia che decidiate di andare con la macchina e di partire dal parcheggio del parco avventura. Ovviamente, evitate comunque di indossare scarpe non adatte a terreni sterrati, in quanto potreste avere una brutta esperienza. Come sempre, questo consiglio è dettato dall’esperienza. Ci sono persone, che indossano i piedi in montagna le stesse scarpe che porterebbero in una giornata al mare, e la cosa non va certamente bene.

20170725_154003
Panorama. Sullo sfondo il Monte Bianco

DOVE MANGIARE. Per mangiare, avete le seguenti soluzioni. La prima, in genere la più economica, veloce e pratica, è certamente quella di portare qualcosa con voi preparato da casa, o acquistato in qualche negozio. Ricordatevi di riportare comunque sempre qualcosa da bere, soprattutto nelle giornate più calde. Un’altra soluzione, è quella di recarvi presso il parco avventura, e di rivolgervi al ristorante lì presente. Come sempre ricordatevi di dover prenotare, soprattutto nei periodi di festa, o in quelli di vacanza più gettonati. Un’altra soluzione, è quella di pranzare o di cenare, presso uno dei locali di pre San didier, ai piedi dell’orrido.

I BAMBINI Per i bambini, questa è certamente una passeggiata entusiasmante. Se venite dal paese di pré-saint-didier, offre il vantaggio di fare anche una bella passeggiata nel bosco. Il vero obiettivo per loro è quello di salire sulla struttura metallica. Alcuni inizialmente sono timorosi, ma poi presa la mano con la novità, si divertono moltissimo. Ovviamente fate sempre molta attenzione al loro comportamento, in quanto nonostante la protezione alta in metallo, bisogna fare comunque attenzione, a che non si possano arrampicare sul bordo. E’ molto pericoloso. Se venite dal parcheggio che poi dà accesso al parco avventura, anche qui i più piccoli potranno fare la divertente scoperta di passeggiare in un tratto boscoso. Valutate anche il fatto di portarli poi a giocare al vicino parco avventura.

LE PIANTE. Durante la passeggia nel sentiero, incontrerete alcune varietà di piante tipiche di questi luoghi. Semplici ma belle.

IL FIUME- LA DOREA BALTEA. L’orrido sì a faccia sulla gola dove passa il fiume dora. Si vede benissimo dalla struttura metallica, e comunque se ne percepisce chiaramente il suono. Il consiglio comunque è quello di scendere giù a valle e di andare a vederlo direttamente. È uno spettacolo. Bisogna però Ricordarsi che se Siete saliti dalla parte superiore, ovvero dove si trova il parco avventura, una volta visto il fiume ed il relativo ponte, dovrete poi risalire. Mettetelo in conto. Comunque non si tratta di una grande fatica, perché la passeggiata è veramente gradevole. Un suggerimento, è quello di salire sulle rocce che si trovano sul bordo fiume. Alcune persone, si portano da mangiare, e dopo si rilassano al sole stesi sui grandi massi che si trovano in prossimità del ponte.

IL PONTE. Una volta scesi a valle, troverete un bel ponte in pietra antico, a campata unica, che vi consentirà di attraversare il corso d’acqua. In realtà questa attraversamento non vi porta da nessuna parte, se non ad una vecchia struttura abbandonata in pietra fatiscente, nella quale consiglio vivamente di non entrare, per il rischio di crolli o cadute.

20170725_131800
Il ponte di pietra


Di seguito i link per visionare altri appunti di viaggio sulla Valle d’Aosta e sull’Italia.
Se siete interessati agli appunti di viaggio, iscrivetevi alla “newsletter” nell’apposito box su ogni singolo post. Arriveranno direttamente sulla vostra email.
Buon Viaggio.

ITALIA – VALLE D’AOSTA – PAGINA GENERALE

ITALIA – PAGINA GENERALE

Rispondi