Senza categoria

ITALIA – VENETO – VERONA – LA TOMBA DI GIULIETTA

 
(utilizzate il vostro smatphone come navigatore per raggiungere la Tomba di Giulietta ovunque voi siate)
 

 

Via Luigi Da Porto 5

 

UN PO DI STORIA
La tomba dei Giulietta è collocata in un ex convento francescano del 13 secolo. Non vi è certezza che si tratti della sepoltura della protagonista dell’opera del Bardo, ma la tradizione popolare la colloca in questo luogo.
Nel 1937 questo luogo ha assunto l’aspetto attuale, grazie all’intervento dell’allora direttore dei musei della città di Verona, che  penso’ di ricreare, per quanto possibile, i luoghi descritti dall’opera di Shakespeare

INGRESSO

 

 

PORTICATO ESTERNO

Per raggiungere la tomba, dopo aver attraversato l’ingresso in mattoni (foto sopra), si deve attraversare un porticato non molto lungo, alla fine del quale, girando a sinistra si trova la biglietteria (la visita è a pagamento). Preciso che biglietto consente la visita anche al museo degli affreschi, molto interessante, di cui racconterò in un altro blog. Si trova sul lato destro del porticato, usciti dalla biglietteria

PORTICATO
Bello e curato è  il porticato con il giardino annesso, da cui si accede alle scale che portano alla tomba di Giulietta. L’aspetto è luminoso, con un bel prato circondato da colonne e archi, con al centro un pozzo in pietra.
Se vi affacciate noterete la presenza di numerose monete lasciate dai turisti come rito porta fortuna.
Si può notare anche la presenza di una maestosa conifera che pur essendo in posizione laterale rispetto al giardino, campeggia sull’intera area.
Nel porticato sono presenti numerose statue che appartengono ad un altro famoso monumento della città: Le arche scaligere, che consiglio di andare a vedere. Sono interessanti e meritano qualche minuto di osservazione. Nella loro collocazione originaria non erano facilmente visibili.

 

 

 
TOMBA 

Percorrendo il porticato guardando lasciandosi le statue alla propria destra e girando poi a sinistra si arriva alla scala che porta alla tomba di Giulietta.

 

Contrariamente a quando si potrebbe pensare, l’aspetto delle scale e della sala della tomba non è assolutamente lugubre, essendo gli ambienti abbastanza illuminati.
Le due stanze attiguo sono comunque prive di immagini, statue e suppellettili, all’insegna della semplicità.

 

 

Il sarcofago si presenta come un blocco di pietra scavato e senza la parte superiore.
La stanza che lo ospita è tutta in pietra, ma il sarcofago si può solo osservare da una certa distanza, in quanto non di può entrare per la presenza di una sbarra metallica.
Comunque la visuale è ottima, ed inoltre impedisce che qualcuno possa divertirsi a danneggiare la tomba con scritte od incisioni.

 

Accanto alla tomba è  presente un altro ambiente abbastanza spazioso, non grandissimo, anche esso illuminato con luce artificiale dove si trovano le scale che consentono di uscire e di tornare nella zona del portico.
 LE FORMELLE DI BRONZO

 

Una volta uscita dalle sala delle tomba, sotto il porticato  e ‘presente un’opera d’arte in bronzo. Si tratta di formelle di bronzo dei un artista contemporaneo.
In queste immagini tridimensionali è raccontata la storia d’amore e di morte di Giulietta e Romeo.

Come si vede dalla foto, le dimensioni sono di tutto rispetto, e si integra bene con l’ambiente circostante, pur essendo moderna.

 

La visita può finire qui, oppure continuare nell’attiguo museo degli affreschi, di cui sopra vi accennavo.

(Questo è il link per accedere agli altri appunti di viaggio sulla città veneta)


Ai prossimo appunti di viaggio.

Rispondi